"Pericolo capriolo" a Penna San Giovanni, gli animalisti: "Adottare scelte ponderate"

1' di lettura 13/06/2022 - Le Associazioni animaliste e ambientaliste ARGO, LAV, LEGAMBIENTE, LIPU, OIPA e WWF della Provincia di Macerata hanno appreso da alcuni articoli di stampa del “pericolo capriolo”.

Sembra, infatti, che un capriolo maschio abbia ferito due persone. Negli articoli si parla genericamente di aggressività, ma non vengono riportate le circostanze di questi incidenti. Il capriolo potrebbe aver caricato perché le persone si sono avvicinate incautamente, o perché all’improvviso si sono imbattute nell’animale che non ha trovato vie di fuga ed è stato costretto a difendersi.

Dalla metà di giugno alla metà di luglio i caprioli si riproducono e il maschio difende il proprio territorio. Sta a noi tutti adottare i comportamenti utili a non metterci in pericolo. Come, giustamente, ha riferito il sindaco del Comune di Penna San Giovanni, occorre attentamente valutare la situazione e adottare scelte ponderate. Un’eventuale ordinanza contingibile e urgente per abbattere l’animale (caso di recente accaduto a Osimo) sarebbe illegittima, esponendo a possibili censure anche in sede penale.

Le Associazioni si rendono disponibili al confronto e alla collaborazione, invitando il sindaco a utilizzare ogni risorsa disponibile, visto peraltro l’enorme patrimonio di conoscenza e competenza che possono offrire sia il CRAS, sia le facoltà di Scienze naturali e Veterinaria di Camerino. È utile ricordare che, se si incontra un animale selvatico, la cosa migliore da fare è allontanarsi, lasciare libero il percorso che sta facendo l’animale, non tentare di avvicinarlo o dargli cibo. Seguendo queste semplici regole eviteremo spiacevoli incidenti.


da OIPA Italia
Organizzazione Internazionale Protezione Animali





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2022 alle 19:20 sul giornale del 14 giugno 2022 - 209 letture

In questo articolo si parla di cronaca, OIPA, oipa italia, organizzazione internazionale protezione animali, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/daY3





logoEV