Arrampicate sui muri di Belforte (foto)

1' di lettura 22/06/2022 - A Belforte del Chienti sabato 18 giugno si è svolta la seconda edizione di “Dajeforte street boulder”, arrampicata che si pratica sulle mura urbane di un centro abitato senza l'uso di corde, ad un'altezza massima di 4 metri, utilizzando materassi studiati per attutire la caduta: i crash pad.

L'evento, patrocinato dal Comune di Belforte del Chienti in collaborazione con la Pro Belforte e la Unione montana Monti Azzurri, nasce grazie a degli appassionati di arrampicata che frequentano la palestra Arterisko Climbing factory di Macerata. Il gruppo ha deciso di dar vita alla gara con l'intento di animare i piccoli borghi dell'entroterra alle prese con la ricostruzione post sisma, grazie allo sport e al gioco.

I vicoli e le strade del paese sono stati il teatro di arrampicate davvero sorprendenti: è insolito infatti vedere qualcuno che si arrampica sui mattoni degli edifici privati e di quelli pubblici. Il contest ha richiamato appassionati da tutto il centro Italia: circa 100 i partecipanti che hanno scalato le mura del centro storico belfortese, con una finale che ha visto i migliori sfidarsi nella scalata finale sul palazzo del Comune.

“Dajeforte street boulder” ha portato in paese anche molti curiosi che hanno gremito piazza Umberto I per assistere alle avvincenti gare finali. Questi i vincitori della seconda edizione: 1.Maria del Duca 2.Adriana delle Monache 3.Alessia Piccirilli; 1.Mattia Salvatore 2.Valerio Poliandri 3. Andrea Fedelini.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-06-2022 alle 15:44 sul giornale del 23 giugno 2022 - 146 letture

In questo articolo si parla di attualità, belforte, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dcrz





logoEV
logoEV