Wimbledon: Cocciaretto si arrende alla Begu, ma la sua avventura londinese continua nel doppio

2' di lettura 30/06/2022 - Per gli appassionati di tennis e fan della studentessa di Unicam in giurisprudenza Elisabetta Cocciaretto, l'eliminazione al secondo turno contro la favorita del match, la rumena Irina Camelia Begu (nr 43 del mondo) è digeribile.

Infatti, l'azzurra, unica in rimasta in gara sull'erba londinese dopo il primo turno, aveva di fronte una giocatrice molto più esperta e che ha fatto valere anche la differenza fisica (più alta la rumena). Solo due break di differenza infatti nel punteggio finale, un doppio 6/4 per la Begu, con una Cocciaretto che ha comunque retto bene il confronto, lottato e ben giocato, ma di fronte ha trovato probabilmente la migliore Begu della stagione, che ha saputo mantenere con classe ed esperienza il vantaggio avuto nel primo set, mentre nel secondo la Cocciaretto ha reagito con un controbreak in avvio, poi sul 4-4 fatale un doppio fallo al servizio della marchigiana.

Aver tenuto testa ad una Begu che ha mostrato il meglio è un segnale indicativo per una debuttante professionista come Elisabetta a Wimbledon. Un'esperienza comunque positiva sotto tutti gli aspetti per la Cocciaretto, che è riuscita ad esprimersi a ottimi livelli su una superficie sconosciuta e contro una giocatrice di livello come la Begu, la cui prestazione è stata sottolineata anche dai punti nelle statistiche e che ora troverà nel prossimo turno la lettone Jelena Ostapenko nr 17 del mondo. "Sulla partita con la Begu c'è da dire che lei ha servito bene - dice la Cocciaretto - ed io potevo fare qualcosa in più soprattutto in alcuni games del mio servizio e sul 4-4 al secondo set. Diciamo che ho giocato un po' rigida, mentre dovevo essere un po' più fluida e magari variare un po' di più, invece di giocare sempre forte e teso sulla sua racchetta. In generale è questo. Ho fatto qualche errore tatticamente".

"Per quanto riguarda l'esperienza - aggiunge Elisabetta - è comunque il torneo più bello che c'è e che ho giocato fino ad ora. Si respira una bellissima atmosfera. Spero che l'anno prossimo con un po' più di preparazione sull'erba ed avendo l'esperienza di quest'anno, possa giocare sia più tornei e fare meglio anche qui".

L'avventura a Wimbledon della Cocciaretto, con accanto il suo fedelissimo coach Fausto Scolari, continua però nel doppio, dove è stata ripescata e inserita in coppia con la 27enne bulgara Viktoria Tomova (nr. 112 del mondo) ed oggi affronteranno la coppia belga composta da Zanevska e Zimmermann. Prossimo impegno per la Cocciaretto il torneo di Bastad in Svezia sulla terra rossa.








Questo è un articolo pubblicato il 30-06-2022 alle 12:35 sul giornale del 01 luglio 2022 - 282 letture

In questo articolo si parla di sport, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ddFf





logoEV
logoEV