Enduro: a Fabriano brillano i baby marchigiani

3' di lettura 04/07/2022 - Sotto il caldo di Fabriano, si è disputata la terza prova del tricolore di Enduro EICMA Senior e Under 23, dove Carlo Monit (TM 250 4t - Team Agon) ha vinto l’assoluta davanti a Federico Adesi (Gas Gas 250 4T) ed all’umbro figlio d’arte Lorenzo Bazzurri (Husqvarna 350 4T, il papà Roberto ha regalato tanti successi al team marchigiano Ragni).

Malgrado le temperature altissime, che hanno messo a dura prova mezzi e piloti, la macchina organizzativa messa in moto dal Moto Club Artiglio del presidente Luca Bartoccetti ha funzionato in maniera impeccabile, confermandosi un punto di riferimento per l’Enduro Regionale anche a livello logistico per la federazione. Soddisfazione anche per gli organizzatori. Al via si erano scritti in 188, ne sono partiti 166, mentre c’è da sottolineare, che questa tappa fabrianese del tricolore si è svolta su ben 3 giri del percorso, anziché due come avviene in molte altre, questo appunto anche per l’organizzazione e la funzionalità di un tracciato ormai collaudato.

La lotta per la vittoria assoluta di tappa se l’hanno combattuta Roberto Dal Canal (Honda – team Special) che ha dominato la prima parte della gara aggiudicandosi 4 PS, per poi doversi arrendere anche in seguito ad un problema capitatogli al secondo passaggio alla Just 1 Cross test, che ha dato così via libera a Carlo Minot (TM 250 4T – del Team Agon), mentre sul secondo e terzo graduino del podio salivano rispettivamente Federico Aresi (Gasgas Sissi Racing) e Lorenzo Bazzurri (Husqvarna Planet Racing). Bene anche i piloti marchigiani, malgrado qualche problemino.

Fra tutti si sono messi in luce soprattutto i più piccoli, che sono riusciti ad imporsi nella categoria minore della 50 Codice con lo jesino Luca Piersigilli in una classe 50 ricca di colpi di scena, soprattutto in chiave campionato. Il baby jesino del M.C. Ostra, Luca Piersigilli (Beta, con il nr 212) ha vinto così la sua prima gara, precedendo nettamente nell’ordine secondo Riccardo Pasquato (Beta) e terzo Simone Cagnomi (Vent), che guidano ora appaiati la classifica dopo tre gare con 48 punti, uno solo in più di Cagnoni.

Luca Piersigilli (16 anni), che ha vinto la categoria (50 Codica) nella casa di gara, mentre l’altro successo marchigiano è arrivato da Sara Traini (Beta 200 2T - M.C. La Marca Trevigiana) che, nella speciale classifica femminile, ha strappato il successo finale ad Aurora Pittaluga (Beta) e Sabrina Lazzarino (Beta), che hanno completato in quest’ordine il podio. Grazia a questa vittoria Sara Traini (con il nr. 246) sale terza in campionato, con 48 punti dietro ad Aurora Pittaluga 54 punti e Sabrina Lazzarino 50 punti.

Nella classe Cadetti 125 vinta da Manuel Verzeroli (Gasgas125 2T - Team Sissi Racing), che ha così allungato ulteriormente nella classifica generale, precedendo Alessio Bini (Beta 125 2T - Cei Moto) e Thomas Bastiani (Fantic Motor 125 2T - Team Special), da registrare il 5° posto del settempedano Valentino Corsi (Fantic Motor 125 2T - Moto Club Sanvitese). “Potevo fare tranquillamente secondo o terzo al massimo di categoria - di Corsi – ma poi ho avuto un problema in una speciale, dove a causa della polvere per aver ripreso chi stava davanti sono finito fuori traiettoria e sono rimasto bloccato tra le piante, per uscirne fuori ho perso almeno un minuto. Peccato, per il resto ero veloce e regolare”.

Podio mancato per un soffio da parte di Valentino Corsi (che ha compiuto 17 anni in questi giorni) ed è finito quarto di giornata, Alle premiazioni, hanno preso parte numerose autorità locali: tra cui il sindaco di Fabriano Daniela Ghergo, il consigliere regionale Chiara Biondi ed il consigliere comunale Giovanni Balducci, che hanno apprezzato il lavoro svolto dall’ente organizzatore ed il rispetto delle regole comportamentali e ambientali.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-07-2022 alle 16:40 sul giornale del 05 luglio 2022 - 231 letture

In questo articolo si parla di sport, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dehw





logoEV
logoEV