Il piccolo Brian regala un sassolino dipinto e carico di speranza alla città di Camerino

2' di lettura 06/07/2022 - Una bella storia di spiccata sensibilità e altruismo, ravviva l'ennesima calda giornata in quel di Camerino. E' quella che ha visto protagonista Brian Stanislawsk, un bimbo di 9 anni, originario di Musile di Piave (Ve) e legato alla città ducale da grande affetto e radicate origini, che ha regalato un "sassolino destinato a portare gioia". Originario di Musile di Piave (VE) Brian è tornato in questi giorni a far visita con la propria famiglia a parenti e cugini residenti a Camerino.

La mamma Monica ed il nonno Ernesto hanno origini camerti. Il bimbo ha voluto fare una piccola donazione, ma dal grande significato, alla popolazione camerte. Brian, che frequenta la classe 4c della scuola elementare "E. De Amicis" a Musile di Piave, è stato infatti protagonista di un nobile progetto scolastico. Disegnare su di un sasso un messaggio di gioia e lasciare "l'opera" in un luogo che necessita di ritrovare tale sentimento. Questo era lo scopo dell'iniziativa partita dalla propria scuola. Obiettivo che Brian ha centrato pienamente.

Giunto dopo il lungo viaggio d'andata, nei pressi della Rocca dei Borgia a Camerino per svagarsi un po' con la sua famiglia, il giovanissimo alunno è stato immediatamente colpito dalla casa distrutta ben visibile prima di giungere sul piazzale dei giardini della Rocca dei Borgia. Uno dei segni simbolo del sisma, quella casa squarciata dalla caduta del campanile della Basilica di Santa Maria in Via. E' bastata quell'immagine a far scattare pensiero di Brian per Camerino e la sua gente. "Ho portato il sasso con me in vacanza - dice Biran - e quando ho visto quella casa tutta rovinata ho provato tanta tristezza e ho ripensato al terremoto che ha distrutto la città. Siccome il mio sasso deve portare gioia e a Camerino la gente ha sofferto molto, ho deciso di lasciarlo in un posto vicino alle case rovinate, cosi magari aiuta la gente a ritrovare un po' di serenità".

Con queste parole, un Brian apparso emozionato, ma incredibilmente maturo a dispetto della sua tenerissima età, ha spiegato il suo gesto. Sul significato del disegno, che rappresenta due animali liberi e felici di giocare nei prati, Brian ha precisato: "La gioia per me che amo gli animali è poterli accarezzare e interagire con loro. Da grande vorrei fare lo zoologo, poter abbracciare e coccolare un animale mi da grande gioia, la stessa che vorrei regalare alla gente di Camerino".

Il sassolino è stato posto a margine dell'aiuola della Pro Loco all'interno dei giardini della Rocca dei Borgia, che reca la scritta “I Love Camerino”. In un momento tanto delicato che si protrae da 6 anni, anche un gesto come quello di Brian assume un valore enorme. La gente di Camerino ha un amico in più.








Questo è un articolo pubblicato il 06-07-2022 alle 12:20 sul giornale del 07 luglio 2022 - 1077 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/deAi





logoEV