I Teatri di SanSeverino e la nuova stagione: tanti eventi e tanti ospiti

7' di lettura 22/09/2022 - Sei appuntamenti con la prosa, una rassegna dedicata al grande schermo e tante date, tra gli incontri con l’autore e quelli destinati alle altre culture. Poi il circo sul palco, i concerti, le letture di brani e poesie e gli eventi fuori cartellone.

I Teatri di Sanseverino tornano a presentare una nuova ed entusiasmante stagione che sarà fatta anche di molti protagonisti come Arianna Scommegna, Carlo Orlando e Aldo Ottobrino, Milena Vukotic, Salvatore Marino e Maximilian Nisi, Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Paola Quattrini, Nini Salerno e Paola Barale. Poi Silvio Orlando ma anche Chiara Francini e Alessandro Federico, Tosca D’Aquino e Rocio Muñoz Morales. “Il filo conduttore – spiega il direttore artistico, Francesco Rapaccioni - è fra teatro e cinema, dal cinema al teatro. Infatti la sezione in abbonamento propone testi degli anni Settanta e Ottanta del Novecento che hanno un legame forte con il cinema e, a volte, anche con la letteratura”.

Il sipario del teatro Feronia si alza sabato 5 novembre alle ore 20,45 con Misery, tratto dal romanzo omonimo di Stephen King, pubblicato nel 1987 e in traduzione italiana l’anno successivo, dal quale è stato tratto il film vincitore di Oscar “Misery non deve morire”. Tutti ricordano la storia dell’infermiera che vive isolata in una baita di montagna e, in una notte tempestosa, si trova a salvare uno scrittore famoso, il suo idolo assoluto: se ne prenderà cura in un modo agghiacciante. Un thriller che terrà gli spettatori incollati alle poltrone, anche per merito della straordinaria protagonista, Arianna Scommegna, mirabilmente diretta da Filippo Dini. Si prosegue domenica 27 novembre alle ore 17 con una grande signora del teatro italiano, Milena Vukotic, splendida protagonista di “A spasso con Daisy”, tratto dal film del 1989 vincitore di Oscar come miglior film, miglior sceneggiatura originale, miglior attrice: il rapporto speciale che si crea tra un’anziana e burbera signora e il suo autista di colore fornisce spunti di riflessione, di commozione, di sorriso, anche grazie alla misurata regia di Guglielmo Ferro.

Si ride moltissimo giovedì 12 gennaio alle ore 20,45 con una spassosissima commedia degli equivoci, “Se devi dire una bugia dilla grossa”, affidata al talento di uno stuolo di attori: Paola Quattrini, Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Nini Salerno, Paola Barale e altri, orchestrati nella versione italiana di Iaia Fiastri dalla regia originale di Pietro Garinei, una commedia celeberrima ripresa anche in tv che debuttò nel 1986 e da allora non ha mai smesso di far ridere con incassi record in tutto il mondo. Silvio Orlando arriva a San Severino Marche mercoledì 8 marzo alle ore 20,45 insieme all’Orchestra Terra Madre per l’emozionante “La vita davanti a se”, tratto dal romanzo omonimo di Romain Gary, un capolavoro degli anni Settanta che ha ispirato il film del 2020 interpretato da Sophia Loren. Siamo a Parigi e il legame speciale che unisce un’anziana signora ebrea, un commerciante turco e un bambino francese viene raccontato da uno dei più grandi attori di oggi, un Silvio Orlando in stato di grazia, con ironica leggerezza sugli accadimenti ma anche con profonda meditazione sulle ragioni di tali accadimenti. Sempre agli anni Settanta risale il testo di “Coppia aperta, quasi spalancata”, scritto da Dario Fo e Franca Rame e affidato al talento di Chiara Francini e Alessandro Federico. Forse il testo più famoso dello scrittore Premio Nobel a quattro mani con l’amata moglie, la commedia affronta il tema del rapporto tra coniugi, della fedeltà e dei sentimenti reciproci e arriva al Feronia martedì 21 marzo alle ore 20,45.

La stagione in abbonamento si chiude martedì 18 aprile alle ore 20,45 con “Fiori d’acciaio”, tratto dal film candidato all’Oscar del 1989. Ambientata negli anni Ottanta nella parrucchieria di un paese del Sud, la commedia ha come protagoniste sei donne che si trovano a condividere la vita e a sostenersi reciprocamente in momenti più o meno lieti, dimostrando il coraggio e la forza da cui deriva la definizione presa come titolo (“Steel magnolias” in originale). Un testo divertente e commovente per una grande prova di attrici, guidate dal talento di Tosca D’Aquino e Rocio Muñoz Morales, madrina dell’ultimo festival del cinema di Venezia. Come sempre, l’abbonamento alla stagione di prosa comprende una rassegna cinematografica presso il teatro San Paolo che si terrà a novembre e dicembre e i cui titoli e dettagli saranno presto resi noti.

OLTRE LA PROSA TANTE RASSEGNE COLLATERALI - I Teatri di Sanseverino propongono rassegne collaterali di grande interesse presso il Teatro Italia e altri luoghi della città. Per gli “Incontri con l’autore” arrivano a San Severino scrittori talentuosi e premiatissimi: sabato 8 ottobre alle ore 21 Giulia Ciarapica (scrittrice per la casa editrice Rizzoli, giornalista, organizzatrice e conduttrice di festival letterari nazionali), domenica 13 novembre Fabio Bacà (scrittore per la casa editrice Adelphi, finalista al Premio Strega 2022 e finalista altresì al Premio Campiello 2022), insieme allo scrittore del territorio Federico Piancatelli che racconta una storia di viaggio e di vita (a Palazzo dei Governatori sabato 26 novembre alle ore 17). In apertura un appuntamento di cui siamo particolarmente orgogliosi: il 5 ottobre le scuole cittadine incontrano Isabella Cassibile e Matteo Petracci, protagonisti della puntata di “Passato e presente” su RAITRE sul Battaglione Mario e la Resistenza a San Severino Marche, incontro inserito in un ciclo per celebrare il conferimento alla Città di San Severino Marche da parte della Presidenza della Repubblica Italiana della medaglia d’oro al valore civile per i fatti della Resistenza. Per Altre culture i primi viaggi virtuali di questa stagione teatrale saranno in Islanda (domenica 6 novembre alle ore 17) e in California (domenica 11 dicembre alle ore 17). La seconda parte delle due rassegne, da gennaio ad aprile, sarà resa nota successivamente. Numerosi e di vario genere, ma sempre di alto livello, gli appuntamenti fuori abbonamento al Teatro Feronia. Si inizia riflettendo su uno dei mali del contemporaneo, la violenza di genere, venerdì 30 settembre alle 16 con Ferite a morte, tratto dai monologhi di Serena Dandini e organizzato dalla Cisl pensionati Marche. Due gli spettacoli riservati al mattino alle scuole ma con recite serali anche per il pubblico: l’11-12 novembre L’angolo di Gianni Rodari con testi di Gianni Rodari e musiche, fra gli altri, di Debussy e Schumann, per l’Istituto Comprensivo; il 12-13 marzo Ciao amore ciao _ un’inchiesta su Luigi Tenco per le Scuole Superiori. Per la stagione concertistica i primi appuntamenti in calendario sono i tradizionali concerti di Natale, Epifania e Gospel. Da segnalare gli appuntamenti di circo contemporaneo, uno al mese: San Severino è la sede del Teatro Stabile di Innovazione Circense.

PREZZI BIGLIETTI E ABBONAMENTI INVARIATI - Restano invariati i prezzi degli abbonamenti (da 84 a 150 euro) e dei biglietti (da 10 a 25 euro) degli spettacoli in abbonamento. L’abbonamento comprende sei spettacoli al teatro Feronia a posto fisso, la rassegna cinematografica al cinema teatro San Paolo a posto libero e la prelazione per il proprio posto per lo spettacolo di circo contemporaneo Nuova Barberia Carloni. Il botteghino del Feronia sarà aperto dalle ore 16 alle ore 20 nei giorni 6-7-8 ottobre per i rinnovi degli abbonamenti con conferma posto e nei giorni 9-10-11-12 per i nuovi abbonamenti, sempre dalle ore 16 alle ore 20. Informazioni presso Amat Marche dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 16 e Pro Loco San Severino Marche aperta da martedì a domenica dalle 9 alle 12,30 e dalle 16 alle 19.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-09-2022 alle 12:00 sul giornale del 23 settembre 2022 - 292 letture

In questo articolo si parla di cultura, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/drmB





logoEV
logoEV