Il Cammino dei Forti è un successo: in tanti da San Vicino a Elcito

3' di lettura 09/11/2022 - L’associazione settempedana Pranzo al Sacco, ideatrice e promotrice del Cammino dei Forti, insieme ai ragazzi di Cammini d’Italia, la più grande community di trekking italiana, ha organizzato domenica scorsa la prima edizione di una serie di eventi, che si terranno in tutta la penisola, alla scoperta delle tappe più iconiche di ogni cammino.

L’iniziativa ha coinvolto più di 60 camminatori che sono partiti dal monte San Vicino per percorrere l’ultimo tratto della terza tappa del Cammino dei Forti, passando per la faggeta secolare di Canfaito e concludere ad Elcito, il tibet delle Marche.

Un evento tra amicizia e natura volto alla valorizzazione del territorio attraverso la buona pratica del camminare, che ha riscosso consensi dai più giovani fino ai più esperti. L’appuntamento alla scoperta delle bellezze della Riserva naturale regionale del monte San Vicino e del Monte Canfaito, ha permesso a tutti i partecipanti di percorrere un tratto della terza tappa del percorso partendo dai prati del monte San Vicino e arrivando fino ad piccolo borgo di Elcito, una delle fortezze del cammino. Il gruppo ha raggiunto in mattinata la vetta del monte San Vicino, a 1492 metri d’altitudine, per poi dirigersi verso il monte Faldobono, a 1217 metri, una vetta di straordinaria bellezza anche se poco conosciuta. Successivamente il gruppo si è addentrato nella faggeta di Canfaito dove in questo periodo la magia dei colori autunnali veste i secolari alberi della zona; nell'area è presente il faggio più antico delle Marche con un’età superiore ai 500 anni, che vanta una circonferenza di 6 metri e mezzo e un’altezza 25 metri con una chioma di almeno 20 metri. L’escursione si è sviluppata per circa 14 km, con +600 m di dislivello positivo e -950 m di dislivello negativo. Nel gruppo, composto da una sessantina di persone, anche rappresentanti dell’Amministrazione Comunale di San Severino Marche, tra cui l’assessore al Turismo Michela Pezzanesi, oltre che ad influencer del settore come Il Cavallo Pazzo, Italia di Mezzo, A Piedi il Mondo e anche appassionati del foto club Diaframma Zero di Belforte del Chienti.

Per quanto riguarda le attività locali hanno supportato l'evento il "Ristoro il Cantuccio" di Elcito, che ha fornito una degustazione di dolci secchi tipici, e la "Fattoria Duri" di Colleluce, con degustazioni di Vernaccia Doc e vino passito. Le iniziative dell’associazione settempedana Pranzo al Sacco proseguiranno anche nelle prossime settimane. E’ possibile comunque percorrere il Cammino dei Forti, inaugurato nel 2021 dal gruppo formato da Guido Pacella, David Dignani e Alessio Ancillani, anche da soli. Si tratta di un meraviglioso giro ad anello lungo 120 km che inizia e finisce a San Severino Marche.

L’itinerario è diviso in 5 tappe e attraversa i Comuni di San Severino Marche, Serrapetrona, Castelraimondo, Gagliole e Matelica. Nato dalla passione e dall' intraprendenza dei suoi fondatori, il progetto si pone l'obiettivo di promuovere il territorio e le sue bellezze, favorendo un turismo lento e rispettoso della natura, in modo da godere e preservare al meglio i luoghi e la storia di queste suggestive zone.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2022 alle 12:31 sul giornale del 10 novembre 2022 - 536 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, Comune di San Severino Marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dBwl





logoEV
logoEV
qrcode


Cookie Policy