Assistenza trasporto scolastico, Ripartiamo replica alla Nalli: "Bastava un po' di buonsenso"

2' di lettura 29/12/2022 - Comprendiamo tutto l’imbarazzo dell’assessore Nalli nel vedersi costretta a spiegare alla cittadinanza la decisione di interrompere il servizio di assistenza al trasporto scolastico per i bambini della scuola primaria di primo e di secondo grado.

Una decisione che riteniamo sbagliata oltre che inopportuna. L’assessore ha giustificato la soppressione del servizio (leggi) essendo venuta meno l’emergenza pandemica e il conseguente mancato trasferimento di fondi statali con i quali era stata finanziata la misura. Sembra aver dimenticato l’assessore quanto importante sia stato il servizio di assistenza che l’Ente comunale ha garantito ai ragazzi sia durante il periodo dell’emergenza sismica (peraltro ancora attuale) sia durante quello pandemico.

Pensare che la funzione svolta da quegli operatori sia servita esclusivamente a garantire il rispetto delle norme relative al distanziamento sociale, significa ignorare altri e più importanti aspetti quali quelli legati alla sicurezza del viaggio e alla serenità psicologica assicurata ai bambini dalla presenza di persone appositamente formate e all’uopo dedicate. Sarebbe stato sufficiente utilizzare un po’ di buonsenso per comprendere la necessità di fare uno sforzo in più per reperire le somme necessarie, magari rinunciando a qualcosa, pur di continuare ad assicurare il servizio di assistenza al trasporto scolastico.

Criticammo a suo tempo l’amministrazione Lucarelli per la scelta di destinare la somma di 30.000 euro di fondi di bilancio per il pagamento di un solo spettacolo di musica lirica rivelatosi, per altro, di scarso interesse per la cittadinanza. In quella circostanza sollevammo l’inopportunità di quella operazione rappresentando che ci si sarebbe trovati di lì a qualche mese difronte ad una più che prevedibile situazione di difficoltà economica dovuta ai rincari energetici. Invitammo l’amministrazione ad una maggiore prudenza nell’utilizzo delle risorse pubbliche proprio per evitare il rischio di dover tagliare servizi essenziali per la collettività e per le famiglie.

Eravamo convinti allora dell’inopportunità di quella spesa e lo siamo a maggior ragione oggi se consideriamo che con lo stesso importo si sarebbe potuto continuare a garantire il servizio di assistenza per il trasporto scolastico. Questi purtroppo sono i fatti e se l’assessore Nalli e la sua maggioranza ritengono si tratti solo di una “disgustosa polemica” ce ne rammarichiamo, ma per quanto ci riguarda cerchiamo di esercitare le responsabilità che ci sono state affidate nell’esclusivo interesse di tutti i cittadini e non certo per compiacere qualcuno.


   

da Ripartiamo
Gruppo consiliare minoranza





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-12-2022 alle 12:50 sul giornale del 30 dicembre 2022 - 452 letture

In questo articolo si parla di politica, camerino, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/dKHu





logoEV
logoEV
qrcode