Prg Sarnano, il consigliere delegato Dell'Agnolo fa il punto della situazione

3' di lettura 01/01/2023 - Cari cittadini, buon anno. In alcuni punti del paese potete trovare dei contenitori, nei quali vi sono dei questionari da compilare in forma anonima e finalizzati a cogliere vostre opinioni utili al progetto del nuovo piano regolatore generale comunale.

Sarnano 5000, una vetta da raggiungere, esplicita la sintesi del nostro importante obiettivo! 5000 sta ad indicare un paese turistico accogliente per i suoi abitanti e per i suoi ospiti! Gli eventi sismici del 2016, pur nella loro drammaticità, sono stati lo stimolo, anzi, la scintilla per accendere il rinnovo non solo del patrimonio edilizio ma anche per ripensare l’organizzazione generale del paese. Il vecchio piano regolatore (1974), la vecchia toponomastica (1959), la vecchia classificazione delle strade (1982), i progetti nei cassetti (tra tutti la diga di Giampereto) , il progetto della nuova strada statale Picena, uniti al mancato adeguamento al PPAR, al PTC ed ad altri strumenti urbanistici regionali, fanno da un lato allungare le procedure e dall’altro perdere opportunità al territorio. La gestione delle aree agricole, di quelle per l’allevamento, quelle produttive e complementari, anche queste in assenza del nuovo piano regolatore generale hanno un impoverimento e delle mancate opportunità. Il progetto della “montagna” inserito in un contesto generale coordinato potrà essere più efficiente e qualitativo. L’ambito del fiume Tennacola con il suo alto grado di frequentazione e di interesse turistico ambientale ha la necessità di una disciplina coordinata sia per il rispetto ambientale che per consentire al paese di fruire delle tante presenze. Il cimitero oggi raggiungibile dal paese solo percorrendo la strada statale Picena sia per i funerali che per le visite, necessita di un collegamento ciclopedonale direttamente dal paese. Così pure i collegamenti tra e con le scuole! L’area sportiva con il palazzetto e la piscina comunale abbisognano di sviluppo per arricchire la loro potenzialità. Lo stabilimento termale San Giacomo oggi delocalizzato, risulta compresso e senza possibilità di sviluppo.

Questa importante attività economica e di offerta turistica per Sarnano ha la necessità di poter programmare un importante possibile sviluppo del settore. La sanità e l’assistenza, relegate in un ambito urbano dimensionalmente non adeguato necessitano di una pianificazione per il loro sviluppo coordinato. Per ultimo il settore ricettivo alberghiero, trainante negli anni 80, oggi abbisogna come per il settore commerciale di una pianificazione di rinnovo e sviluppo. La viabilità urbana ed il connettivo urbano, oggi “cresciuti“ in assenza di un progetto complessivo abbisognano di essere ricompresi in uno studio che consenta a Sarnano, costituita da tante periferie ed un solo centro (il borgo e la piazza) di allargare lo stesso e far partecipare tutto l’abitato. Ecco alcuni presupposti del nuovo PRG! Ormai siamo in dirittura finale, dopo oltre tre anni di studi analisi ed incontri con le categorie economiche e con tutti voi, ora, prima di concludere le scelte di progetto riteniamo utile ricevere ancora qualche vostra opinione e per questo abbiamo composto il questionario che rimarrà anonimo ma che ci potrà fornire elementi che forse oggi non abbiamo valutato. Vi ringrazio infinitamente per la vostra collaborazione e vi auguro e ci auguriamo un 2023 con il nuovo piano regolatore generale comunale adottato e poi approvato dal Consiglio comunale, dalla Regione e dalla Provincia di Macerata.

Firmato da: Emanuele Dell'Agnolo, consigliere comunale Sarnano


   





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-01-2023 alle 15:45 sul giornale del 02 gennaio 2023 - 130 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/dK6y





qrcode