L'Antinori apre le porte delle sedi di Camerino e Matelica

2' di lettura 11/01/2023 - Scuola aperta sabato 14 gennaio, dalle ore 15.00 alle ore 19.00 all’ITCG G. Antinori nelle due sedi di Camerino e Matelica. Nell’imminente necessità di dover procedere alla scelta della scuola secondaria di secondo grado da parte di tanti studenti delle classi di terza media, l’Istituto Antinori offre ancora un’occasione importante per scegliere con maggiore consapevolezza il proprio percorso formativo.

Famiglie e alunni sono invitati, come di consueto, non solo a visitare la scuola, i suoi arredi e le sue strumentazioni, ma anche a vivere un’esperienza didattica attraverso laboratori disciplinari calibrati per rendere ancora più chiara la natura degli indirizzi che qualificano l’offerta formativa dello storico Istituto tecnico della città ducale e della sua sede distaccata di Matelica. Offerta caratterizzata dai due indirizzi comunemente conosciuti come Geometri e Ragioneria, ma che oggi trovano espressione nelle definizioni ministeriali di Costruzioni, Ambiente e Territorio e Amministrazione, Finanza e Marketing.

Definizioni che aiutano a comprendere come gli attuali curricola sono stati adeguati alle attuali esigenze di competenze e, soprattutto, del mondo del lavoro. Proprio la notevole spendibilità in differenti settori lavorativi è infatti il valore aggiunto dei due diplomi Antinori. A sottolinearlo è stato in primis il Ministro dell’istruzione e del merito Giuseppe Valditara: Per quanto riguarda il mercato del lavoro italiano, nel 2022 sono stati siglati, in tutto, quasi due milioni e mezzo di contratti (2.495.050). Il 4,5% circa ha riguardato persone con un diploma di liceo, il 55% con un diploma di istituto tecnico, il 40,5% con una qualifica o un diploma professionale.

A dare infine un quadro orientativo sui fabbisogni del mercato del lavoro in termini di competenze professionali è l’Osservatorio DataLab di Assolavoro che, nell’ultimo rapporto (del 2022), indica quali sono i 30 profili più richiesti dalle aziende, sull’intero territorio italiano. Profili che sono i seguenti: analisti di dati, sviluppatori software, esperti di intelligenza artificiale, tecnici energetici, tecnici dell’edilizia e geometri di cantiere. Non minori sono tuttavia le prospettive universitarie per quegli alunni che desidereranno proseguire nella propria formazione. Con le sue materie di indirizzo il diplomato in AFM troverà naturale sbocco verso la facoltà di Economia, ma anche Giurisprudenza e Informatica.

Ampie, allo stesso modo, le possibilità per il diplomato CAT che potrà naturalmente ambire al titolo di Ingegnere, Architetto o Geologo. Tutte facoltà presenti nel nostro territorio e di consolidata tradizione. A studenti e genitori è quindi rivolto ancora l’invito a cogliere l’occasione di vivere, attraverso l’Open Day, la grande opportunità di comprende in modo più consapevole e autonomo il “mondo” dell’istruzione tecnica, la filosofia didattica e organizzativa della scuola che li accoglierà nell’anno scolastico che seguirà.


   

da Prof. Baioni







Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 11-01-2023 alle 15:20 sul giornale del 12 gennaio 2023 - 1158 letture

In questo articolo si parla di attualità, pubbliredazionale, camerino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/dMvM





logoEV
logoEV
qrcode