Vampate in menopausa: come contrastarle?

2' di lettura 23/01/2023 - Con il termine menopausa, si indica quel periodo della vita di una donna quando cessa completamente il ciclo riproduttivo. La menopausa si verifica intorno ai 50 anni e viene determinata dopo 12 mesi di assenza del ciclo.

Durante la menopausa, il corpo femminile va incontro a una serie di cambiamenti spesso repentini, sia a livello ormonale che fisico. I sintomi più comuni sono le cosiddette vampate di calore, ma spesso le donne in menopausa si sentono stanche e spossate, irritabili, molto ansiose e con frequenti cefalee, dolori muscolari e i primi sintomi dell’osteoporosi.

Cosa fare, dunque, quando i sintomi della menopausa iniziano a farsi sentire?

Le vampate di calore possono precedere la menopausa anche di anni: di media le prime manifestazioni possono cominciare anche 3 anni prima dell’ultima mestruazione e protrarsi fino a un massimo di 15 anni dopo l’inizio della menopausa.

Come riconoscere le vampate di calore

Cosa si prova quando si hanno le vampate di calore? Alcune donne dicono di sentirsi come una pentola a pressione pronta ad esplodere. La percezione è quella di un innalzamento della temperatura della cute. A questa alterazione fa seguito una forte sudorazione che serve a raffreddare l’epidermide, con conseguenti brividi, palpitazioni ed emicranie.

Ma perché avvengono le vampate di calore? Le cause sono da ricercare nel calo di estrogeni e progesterone nel sangue dovuto alla menopausa. L’ipofisi, che si attiva per compensare questa alterazione, innesca un aumento di altri ormoni. Questi determinano uno squilibrio funzionale con conseguente tilt del termostato corporeo.


Consigli per affrontare le vampate di calore

Come contrastare i sintomi della menopausa?

Tachicardia, ansia, irritabilità e, ovviamente, vampate di calore: esistono alcuni rimedi naturali che possono migliorare la qualità della vita delle donne che stanno affrontando questa importante tappa fisiologica.

Per vivere al meglio la menopausa bisogna migliorare la dieta e favorire l’apporto di fitoestrogeni naturali, che svolgono un’ottima funzione ormonale. Quali sono gli alimenti ricchi di fitoestrogeni naturali? Soia, avena, salvia, mandorle, lenticchie e fagiolini.

Integrare una sana attività fisica. Una passeggiata all’aria aperta o attività più complete come lo Yoga possono aiutare a prendere consapevolezza del proprio corpo e migliorare la respirazione.

Per ridurre i sintomi della menopausa, possono essere utili anche gli integratori naturali per menopausa, rimedi provenienti dalla natura che garantiscono un ottimo sostegno per la donna in menopausa. Leonardo Medica ha creato un prodotto fitoterapico, Climagen F, per contrastare i sintomi, i disturbi e gli effetti negativi della menopausa sul benessere della donna.






Questo è un articolo pubblicato il 23-01-2023 alle 17:46 sul giornale del 23 gennaio 2023 - 68 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dOF8


logoEV
logoEV
qrcode