Passo falso del Camerino che perde la vetta del girone: Francucci tiene a galla i suoi contro il Montemilone

3' di lettura 27/02/2023 - Il mezzo passo falso del Camerino, salvato e tenuto a galla dal forte difensore Matteo Francucci nell’1-1 in casa con il Montemilone, ha rivoluzionato la classifica in vetta, dove l’Elpidiense Cascinare (1-0 al Castelraimondo) ne ha approfittato per tornare al comando con 1 punto di vantaggio e l’Appignano (vittorioso per 0-1 a Caldarola) si è nuovamente ravvicinato.

Le tre sono racchiuse in 5 punti appena, con gli scontri diretti ancora da giocarsi e il Camerino che li ha entrambi in casa, con la Settempeda che è tornata a correre ma è nettamente più staccata per la corsa al primo posto, mentre da segnalare il primo punto dell’Esanatoglia targata mister Angelo Ortolani, fermata in casa dalla Cingolana in un vero scontro diretto per evitare i play-out.

Il Camerino ha rischiato veramente grosso contro quel Montemilone-Pollenza battuto all’andata in trasferta, ma stavolta dalla loro i biancorossi di Tiburzi hanno da recriminare molte e importanti assenze, mentre sul risultato nulla da dire, visto che poteva andare addirittura peggio, con gli ospiti che hanno fallito anche un rigore sullo 0-0 e con Matteo Palazzo che oltre ad opporsi dagli 11 metri è stato fra i migliori.

Su tutti però, gol decisivo a parte (il suo 4° stagionale e sempre determinante), è stato il difensore Matteo Francucci, trascinatore e jolly in questo momento di organico deficitario. Con un colpo di testa su punizione di Duca a poco più di 15’ dalla fine, Francucci ha evitato la prima sconfitta casalinga al Camerino, che per com’è andata la partita sembrava ormai nell’aria. Figlio d’arte per grinta e determinazione, Francucci non solo sta attraversando il suo momento migliore, ma questo forse è scaturito anche dal fatto di essere maturato come personalità proprio nei momenti più difficili che il gruppo sta soffrendo per le assenze in contemporanea di Di Luca e Lucaroni in difesa e di Salvetti e Cottini a centrocampo.

Camerino che deve molto fino ad ora non solo ai gol delle proprie punte (non esagerati), ma anche a quelli dei suoi difensori-jolly, come Romoli e appunto Francucci (4 reti ciascuno e tutte decisive) per punti fondamentali. Di un Camerino rimaneggiatissimo ne stava per approfittare il Montemilone dell’ex Emanuele Liberti, squadra ben organizzata ed imprevedibile, contro la quale i locali, ancora a trazione anteriore (stavolta con Aquili tornato dall’inizio, Montecchia e Duca), è apparso più evanescente perché non supportato a dovere dalla mancanza dei costruttori di gioco, mentre per la prima volta sugli esterni hanno giocato insieme da titolari gli studenti Tempestilli e Foglia (buona la loro prova).

Senza quattro pedine cardine le assenze si sono fatte sentire e il Montemilone Pollenza ne stava per approfittare, ma Duca (fra i migliori) e Francucci (l’MVP della partita) hanno studiato e confezionato il gol del pareggio che tiene in piena corsa un Camerino in emergenza, che spera di recuperare almeno parte degli infortunati prima dello scontro diretto casalingo con la temibilissima Appignano fra due settimane, gara che potrebbe definire la vera antagonista dell’Elpidiense Cascinare.

Camerino prima dell’Appignano dovrà superare un altro ostacolo insidioso, come il derby di Caldarola nel prossimo torno. La Juniores del Camerino dopo il successo esterno di Chiesanuova per 2-3, torna invece in campo domani sera alle ore 20 in casa contro il Corridonia.








Questo è un articolo pubblicato il 27-02-2023 alle 17:01 sul giornale del 28 febbraio 2023 - 1236 letture

In questo articolo si parla di sport, camerino, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dUPM





qrcode