Il Cus Camerino verso i CNU, Belardinelli: "Mesi impegnativi, coinvolgeremo tutto il territorio"

5' di lettura 08/03/2023 - Ci si avvicina a grandi passi alle fasi finali dei Campionati Nazionali Universitari 2023, la cui organizzazione è stata assegnata al Cus Camerino, che ha ereditato il testimone da Cassino (2022).

Già sono in corso le fasi di qualificazione degli sport a squadre, mentre la grande macchina organizzativa si è già messa in moto. Saranno gli Universitari di tutto il territorio, come sono stati identificati dal logo Camerino Alta valle del Chienti e del Potenza. Il concentrato di impianti sportivi in dotazione al Cus Camerino con il centro sportivo “Sergio Sabbieti” di Le Calvie, sarà il clou per assistere a gran parte delle gare con i suoi palasport, le altre strutture e lo stadio che si sta rifacendo il look L’area, che dovrà ospitare gli atleti ed il pubblico è interessata anche dai lavori della Pedemontana che gli passerà a fianco. Inoltre, crescono le attese per gli atleti del Cus Camerino che andranno a caccia di medaglie.

Il punto della situazione in generale lo facciamo con il presidente del Cus Camerino Stefano Belardinelli.

Presidente Belardinelli, a che punto è la grande macchina organizzativa del Cus per l'evento e quante persone coinvolge?
“Stiamo lavorando già da qualche mese per organizzare al meglio la gestione dell'evento, ma sicuramente i più impegnativi saranno prossimi due mesi che vedranno coinvolti tutti i tecnici atleti e collaboratori del CUS, oltreché gli enti locali e le associazioni sportive del territorio coinvolte”.

C'è voluto coraggio e impegno per candidarsi ad ospitare i CNU dopo le vicende subite dal territorio, prima col sisma (che ha ridotto sensibilmente la ricettività, importantissima per eventi del genere), poi con la pandemia, eppure il Cus Camerino ha inserito anche il ciclismo con la collaborazione della Asd Avis Frecce Azzurre Camerino. Un segnale forte per il rilancio del territorio?
“Si, il nostro territorio è stato fortemente ferito e proprio come le Fenici anche noi dalle ceneri vogliamo porre le basi per far rinascere il nostro territorio, per quanto possibile, più forte e migliore di prima. Il ciclismo su strada e la mountain bike sono una novità per i CNU e consentono di far vedere dei posti bellissimi”.

Si prospetta quindi una grande edizione dei CNU 2023?
“Direi proprio di sì, tante le discipline sportive oltre a quelle tradizionali, si prevede un aumento della partecipazione anche rispetto all'ultima edizione di Cassino 2022 e di L'Aquila 2019. Questa sarà anche la prima edizione del CUSI dopo che è diventato Federazione ufficiale del CONI. Cercheremo di essere all'altezza dei record che probabilmente arriveranno sia come partecipazione sia come risultati”.

In previsione dei CNU, ma anche e soprattutto per il futuro, gli impianti sportivi e lo stadio Livio Luzi in particolare si sta rifacendo il look. A che punto sono i lavori, in cosa consistono e quando termineranno?
“Un po' di preoccupazione c'è sempre, ma i lavori stanno procedendo bene, e per giugno saranno terminati. Ringrazio l'Università per i numerosi progetti e investimenti fatti negli impianti sportivi e il supporto che ci hanno dato sia il Rettore, sia la governance, sia l'ufficio tecnico di Unicam e tutti i tecnici che hanno lavorato e stanno lavorando al meglio. L'Università crede nello sport, nei benefici dello sport per i propri studenti e ha investito con coraggio negli impianti sportivi, oltreché nella dual career (percorsi che conciliano lo studio e lo sport) e in specifiche borse di studio per gli studenti-atleti d'eccellenza. I progetti sono stati realizzati in un'ottica di sostenibilità generale - prosegue Belardinelli - non solo ambientale, ma anche sportiva e con tale ottica sono state anche programmate alcune parti dell'evento con manifestazioni culturali, musicali e di aggregazione giovanile che coinvolgeranno tutto il territorio del Comune di Camerino oltreché dei comuni sede dei CNU come Caldarola, Castelraimondo, Matelica, Pieve Torina e San Severino Marche e degli altri comuni limitrofi, non solo nell'uso degli impianti sportivi presenti, ma anche per la presenza di sport opzionali. Speriamo tutti che i lavori termineranno in tempo per i campionati. Il fiore all'occhiello sarà rappresentato dal campo di atletica a otto corsie con relativo impianto di illuminazione che sarà l'unico in tutta la Provincia”.

La zona degli impianti è anche interessata dai lavori di realizzazione della Pedemontana che in parte interessano l'area prima del PalaOrsini. Per quella settimana di eventi cos'è previsto e la viabilità come sarà organizzata, visto che la strada da località Caselle è interrotta?
“Qualche preoccupazione ovviamente l'abbiamo, auspichiamo che non ci siano problemi sulla provinciale, perché per la strada che porta alle Caselle non credo si possa fare niente per poterla riaprire entro il mese di giugno. Non nascondo qualche piccolo problema, con la Quadrilatero e con chi segue i lavori ci sono stati degli incontri. La questione resta comunque delicata".

Il Cus Camerino ha una certa tradizione a livello di risultati importanti in diverse discipline ai CNU, dal judo, alla scherma, all'atletica leggera, ma anche con il calcio, dove da qualche anno non partecipa (nemmeno in questa edizione 2023 in casa). Come mai questa lacuna nello sport più seguito e con i 3 titoli universitari vinti in passato ed una finale Europea e quali sono le aspettative per la selezione giallonera per questa 76esima edizione?
“Le aspettative sono buone, stiamo cercando di prepararci bene in sport per noi tradizionali come appunto il judo, ma anche il calcio a cinque, l'atletica, ecc. Sul discorso del calcio è cambiata la nostra dirigenza interna, ci sono stati alcuni sport che ci hanno visti impegnati maggiormente come il basket che è in forte crescita e non sempre si riesce a fare tutto. In vista dei prossimi campionati europei universitari di calcio assegnati a Camerino per l'edizione 2025, non nascondo che potremmo pensare a una collaborazione con il Camerino Calcio per rilanciare una squadra universitaria di calcio a 11 competitiva in Europa”.








Questo è un articolo pubblicato il 08-03-2023 alle 18:20 sul giornale del 09 marzo 2023 - 1036 letture

In questo articolo si parla di sport, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/dWtO





qrcode