Il Camerino va a Esanatoglia. Tiburzi e Ortolani non possono sbagliare, seppur per motivi diversi

4' di lettura 13/04/2023 - Incroci pericolosi, decisivi e derby inediti importanti per ogni obiettivo di classifica alla ripresa del campionato di Prima Categoria Girone C dopo la sosta pasquale. Nella corsa al vertice, sabato prossimo, sono in programma trasferte insidiose per entrambe le principali contendenti alla vittoria finale, che incrociano squadre ancora non del tutto tranquille sul fronte retrocessione.

La capolista Elpidiense Cascinare, forte dei suoi 63 punti, andrà a Caldarola, che si trova a 3 punti dalla zona play-out ma con un ampio margine sulla penultima e sembra poter trovare terreno più abbordabile, vista anche la differenza di potenziale. Il Camerino, che spera in un aiutino del Caldarola per rallentare ed eventualmente rosicchiare punti alla leader alla vigilia dello scontro diretto, andrà a far visita all’Esanatoglia dell’altro tecnico camerte Angelo Ortolani, chiamato alla guida dei biancocelesti da 8 turni per centrare la salvezza.

Di sicuro sarà quindi un derby fra allenatori camerti come Angelo Ortolani e Andrea Tiburzi, che si conoscono molto bene fin da giocatori e che si sono già affrontati in passato anche da tecnici, per cui sarà un match interessante anche sotto il profilo tecnico e tattico. Per il resto, quella di Esanatoglia (calcio di inizio alle ore 16) è una sfida più famigliare per gli incroci di tecnici e giocatori, che per la storia calcistica delle due squadre. Gara decisiva per entrambe in questo caso, ma soprattutto per il Camerino che insegue l’Elpidiense Cascinare, prossima avversaria in casa nel prossimo turno e a 2 giornate dalla fine. Tenere almeno il passo e mettere pressione agli elpidiensi è il minimo che Tiburzi e soci possono fare.

Camerino che arriva a questo derby con la squadra recuperata dopo che in questa sosta è stata condizionata nella prima parte da un virus influenzale per gli allenamenti, ma poi sta recuperando, così come Lucaroni che nell’ultima partitina è tornato anche a giocare nella parte finale, ma che difficilmente sarà schierato. “Più che derby calcistico ci sono tanti incroci che legano queste due squadre – dice mister Ortolani - mentre la partita è importante come lo sono tante a questo punto della stagione, soprattutto in un campionato equilibrato e incerto fino alla fine su tutti i fronti come lo è quello di questo girone C. Teoricamente, se dovessimo seguire i numeri, il Camerino ha il doppio dei nostri e non ci dovrebbe essere partita, perché la differenza di classifica è tanta ed anche di qualità. Però, chi è nel calcio da tanti anni, sa benissimo che non esistono partite facili. La stiamo preparando malgrado tutte le difficoltà e lotteremo per quello che è il nostro obiettivo, così come faranno loro. Credo che alla vigilia dello scontro diretto di vertice, per il Camerino questa è la partita più importante della stagione, anche perché se dovesse fallirla, lo scontro diretto poi avrebbe poco significato. Noi daremo il massimo per il nostro obiettivo ed a prescindere dal risultato di sabato, per noi la strada resta difficile, così come per le altre avversarie”.

Sicuramente più tensione c’è in casa biancorossa, dove è vietato sbagliare. “Per noi è una partita importantissima – dice il tecnico del Camerino Andrea Tiburzi – ed allo stesso tempo difficilissima, perché andiamo ad affrontare una squadra che innanzitutto ha dei valori tecnici importanti, ben allenata e che gioca a calcio con giocatori di qualità in diversi settori. Per cui dobbiamo farci trovare pronti, soprattutto dal punto di vista difensivo, perché giocano bene ed hanno qualità, soprattutto in attacco. Per noi è fondamentale pertanto affrontarla bene questa partita, con lo spirito e l’attenzione giusta, perché l’Esanatoglia ha dei valori tecnici superiori a quello che indica la classifica. Quindi dobbiamo avere tanta umiltà, attenzione, questa è la cosa più importante. Dobbiamo pensare a questa gara con la giusta concentrazione, perché altrimenti non riusciremo a portare a casa un risultato positivo. Penso e mi auguro che il nostro pubblico, che ci ha seguito sia in casa che fuori, per noi è un valore aggiunto. Ho detto sempre ai ragazzi che noi dobbiamo essere bravi a trascinare le persone e non il contrario, quindi noi con il nostro modo di giocare, il nostro entusiasmo e voglia di portare a casa il risultato dobbiamo trascinare la città di Camerino e inseguire un sogno, poi vediamo cosa verrà fuori”.








Questo è un articolo pubblicato il 13-04-2023 alle 17:34 sul giornale del 14 aprile 2023 - 598 letture

In questo articolo si parla di sport, camerino, esanatoglia, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/d3Cr





logoEV
logoEV
qrcode