Sale l'entusiasmo per la Corsa alla Spada che torna al suo percorso originale: il primario Pasotti scelto come Signore da Varano

5' di lettura 22/04/2023 - Un clima coinvolgente scaturito dall’intraprendente e passionale neo presidente Donatella Pazzelli ha accompagnato in Comune la presentazione del ricchissimo programma della 42° edizione della rievocazione storia della Corsa alla Spada i cui festeggiamenti si apriranno il 15 maggio con una mostra e la classica “Cena dei Mille”, per concludersi il 28 giorno del corteo storico e della corsa, che almeno per quest’anno torneranno sul percorso originale ed attraverseranno il centro storico.

L’ingresso sarà comunque contingentato e sarà possibile seguire l’evento anche in altri luoghi con gli schermi giganti. Il tornare a sfilare e gareggiare attraverso il centro storico, che era nell’aria e sta impegnando tutti (organizzatori, tecnici, amministratori e atleti nella diversa preparazione) è un segnale di ripresa e speranza, ma come ha sottolineato il sindaco Roberto Lucarelli, il tracciato potrebbe mutare ulteriormente nei prossimi anni proprio per via della ricostruzione e l’avvio di nuovi cantieri da aprire in centro.

Intanto si ritorna alle origini, ma con una sguardo al futuro, tante novità già avviate dalla precedente presidente Stefania Scuri (ricordata più volte per la sua prematura scomparsa e lo slancio che stava dando alla manifestazione). Altre ne ha aggiunte la neo presidente Donatella Pazzelli, che è riuscita a coinvolgere con un’apertura al confronto che non si era mai vista prima, promuovendo nuove idee e ottenendo collaborazione e partecipazione da parte di tutti. Un modello nuovo di gestione che è basato sulla collaborazione a 360 gradi da parte della cittadinanza e del territorio in generale. L’affiatamento dimostrato fra la presidente e i tre capi terzieri Marco Gagliardi (Di Mezzo), Paola Ticani (Muralto) e Paolo Paternesi (Sossanta) prima traghettatori e oggi vice presidenti, è il perno di un meccanismo che sta funzionando nell’immensa macchina organizzativa, dove anche le commissioni (corsa, corteo, pubblicità e marketing, eventi etc..) lavorano senza sosta per l’ottima riuscita della festa.

L’originalità c’è stata anche nell’annunciare chi impersonerà i Signori da Varano, curiosità che è stata svelata solo a metà, in quanto il neo primario del reparto di Ortopedia Leonardo Pasotti vestirà per la prima volta gli abiti di Giulio Cesare da Varano, ma su chi sarà al suo fianco in quelli della Duchessa ancora è un mistero. Sarà sempre un componente della famiglia Pasotti, da scegliere fra la figlia Giulia (in quei giorni impegnata con un appuntamento professionale importante per la carriera per conseguire la laurea da Osteopata), oppure in alternativa la moglie Morena. Per il medico chirurgo Leo Pasotti, non si tratta di un debutto nel corteo, in quanto nel 2005 sfilò nel ruolo di nobile nella famiglia di Muralto con la moglie Morena e i due figli di allora (oggi ne ha 3).

Commozione gioviale reciproca fra presidente e e prossimo Signore da Varano. Sciolto parzialmente questo dubbio sui Signori dell’epoca, svelate anche tutte le altre novità riguardanti la veste e l’immagine della rievocazione, sia per quanto riguarda la quella reale che quella mediatica sui social. Riprendendo l’idea di cambiare logo, mantenendo la il disegno della spada originale realizzata per la prima volta dal compianto dott. Angelo Raponi, il giovane creativo locale Stefano Mosciatti l’ha aggiornata stilizzando con tre nastri colorati che richiamano le tinte dei tre terzieri con la sigla CSP (Corsa alla Spada e Palio). Risultato eccellente che è finito poi come gadget promozionale dell’evento inciso su una spilletta (consegnata a tutti i presenti).

Nuova versione anche per lo stendardo di Camerino dei Varano, ridisegnato da Valentina Gagliardi, che ha mantenuto la parte araldica con i colori dei Varano, ma ha meravigliato tutti riportando gli originali stemmi dei terzieri con i colori di una volta, che hanno dato una sensazione diversa, mantenendo le tonalità in linea con i colori della Signoria. Una veste grafica rinnovata e implementata è quella del sito della rievocazione, che risponde al link www.corsallaspada.it e dove vi si può trovare di tutto e di più, non solo il dettagliato e ricco programma, ma anche immagini e sezioni adeguate, una versione nella quale domina il colore giallo e che è stata realizzata dai webmaster della Elios Marco Aureli e Andrea Condello.

Negli interventi, il pro rettore vicario di Unicam Leoni ha sottolineato come l’Università è la città ed il suo coinvolgimento sempre maggiore (proposto dall’ex presidente Stefania Scuri) sarà di vario tipo, non solo convegni, ma tante iniziative collaterali abbinate ai vari aspetti che ruotano attorno alla Corsa alla Spada, dalla cultura, allo spettacolo, all’enogastronomia, all’arte, settori dove la ricerca può offrire nuovi aspetti e stimoli da sviluppare.

Anche per la festività religiosa del 18 maggio, giorno celebrativo e significativo del programma specifico, ci potrebbe essere una novità, quella di tornare a sfilare in processione con la statua del Santo dalla Basilica fino in piazza Santa Maria in Via e ritorno, sul percorso di corteo e gara come da tradizione. L’auspicio e l’augurio è quello di don Marco Gentilucci, parroco di San Venanzio, acclamato in sala per la ricorrenza del suo 10° anno di sacerdozio.

A sostegno dell’evento tanti enti, dalla Regione Marche (rappresentata nella circostanza da Gianluca Pasqui) al Comune, ma anche tanti patrocini, sponsor e sostenitori importanti, con un coinvolgimento di artigiani e commercianti sempre più grande che la presidente Donatella Pazzelli ha voluto fermamente sottolineare. Al vincitore della corsa a piedi fra i 30 atleti dei 3 terzieri, quest’anno andrà la spada offerta dalla Pasticceria Braghetti di Camerino.








Questo è un articolo pubblicato il 22-04-2023 alle 13:34 sul giornale del 24 aprile 2023 - 2918 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/d5eN





logoEV
logoEV
qrcode