San Severino Futura: "L'assessore Bianchi si dimetta"

3' di lettura 25/05/2023 - Almeno la decenza di chiamare le cose con il loro nome! Il gruppo consiliare San Severino Futura ed i suoi consiglieri eletti, Aronne Alessandra e Borioni Francesco trovano inaccettabile la totale disonestà intellettuale dell’amministrazione sul caso Bianchi.

Tecnicamente con il termine di “rimpasto” si dovrebbe intendere un fisiologico rimaneggiamento di una composizione: niente di più falso dati i presupposti che stanno realmente dietro allo scambio di deleghe tra l’assessore Sara Clorinda Bianchi (nella foto), il sindaco Rosa Piermattei e l’assessore Jacopo Orlandani. I cittadini, informati da una sintetica e sterile nota stampa (pubblicata a poche ore dal consiglio comunale di ieri), non meritano forse di sapere come stanno le cose, e non meritano forse che i loro rappresentanti nell’assise comunale abbiano modo e tempo di poter tutelare gli interessi della comunità preparando conseguenti ed opportune azioni legittime?

Tanto più che tutto ciò avviene in un momento in cui sono in cantiere importanti lavori e bandi per importi notevoli. Innanzitutto, troviamo doveroso chiarire subito quali siano i motivi reali di tale rimpasto, che è dovuto di fatto ad una incompatibilità della Bianchi nel suo ruolo amministrativo in quanto professionista e progettista. Come prevede l’articolo 78 del Testo Unico Enti Locali gli amministratori, nelle proprie funzioni devono garantire un esercizio improntato all’imparzialità e al principio di buona amministrazione, per di più il comma 3 specifica chiaramente che i componenti la giunta comunale, competenti in materie di urbanistica, edilizia e di lavori pubblici, devono astenersi dall’esercizio di attività professionale in materia di edilizia privata e pubblica nel territorio da essi amministrato.

Risulta invece agli atti che la stessa Bianchi abbia esercitato in questo ambito, depositando pratiche a suo nome, contravvenendo alla norma e violando quindi una espressa disposizione di legge. Un fatto che riteniamo grave e non perdonabile da parte della giunta e maggioranza tutta, ne tantomeno emendabile con un semplice trasferimento di competenze, per altro non motivato e tardivo. Oltretutto per l'intera durata della seduta del Consiglio si è data l’opportunità al sindaco di chiarire la situazione, ma hanno come sempre preferito alterare i fatti. La cosa non ci stupisce: siamo abituati a queste complicità di tutta la maggioranza che, pur sapendo, fa quadrato e di fatto difende pratiche illegittime.


Alla faccia della “nuova vision”! Tenuto conto della gravissima condotta, tanto da un punto di vista sostanziale che formale, auspichiamo una pubblica giustificazione del comportamento adottato e le immediate conseguenti dimissioni dell’assessore Bianchi che, se non avverranno spontaneamente saranno formalmente da noi richieste. Per concludere non possiamo fare a meno di sottolineare quanto questo ennesimo cedimento interno all’amministrazione, comporti un ulteriore ed eccessivo accentramento di deleghe: una concentrazione di incarichi, per altro di peso, in capo alle persone del Sindaco e dell’assessore Orlandani, che desta non poca preoccupazione.


   

da San Severino Futura





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-05-2023 alle 23:35 sul giornale del 26 maggio 2023 - 288 letture

In questo articolo si parla di politica, san severino marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/d01K





qrcode