Il Camerino si presenta con una festa, il presidente Falzetti: "Abbiamo una grande squadra per sognare"

4' di lettura 28/08/2023 - “Siamo un gruppo unito, compatto e competitivo, venite allo stadio che vi faremo divertire”. Sono state queste due frasi, rispettivamente del capitano Alessandro Salvetti e del suo vice Cottini ad infiammare il cuore e le speranze dei tifosi biancorossi, accorsi numerosi l’altra sera alla festa di presentazione svoltasi all’ex City Park, tra musica, ristorazione e tanto divertimento.

Saltata la seconda uscita a Fabriano per il gran caldo e che doveva anticipare la presentazione, la rosa attualmente a disposizione di Tiburzi si è regolarmente allenata per poi presentarsi carica, motivata, unita e determinata al proprio pubblico, che ha risposto alla grande. Camerino che non sembra sentire nemmeno il peso della protagonista che in molti gli danno, ma pensa soltanto a dare sempre più continuità ai risultati ottenuti lo scorso anno.

Quest’anno ad ospitare i biancorossi nelle gare casalinghe sarà il rinnovato stadio Universitario Livio Luzi, che ha già dato un colpo d’occhio eccezionale ed unico anche per platee di molto superiori. Ora toccherà a mister Tiburzi adeguare alle dimensioni del terreno di gioco le proprie teorie e le caratteristiche dei suoi giocatori. Poche ma significative e importanti pedine, sono arrivate dal mercato, che sono in grado di potergli mettere a disposizione più alternative ed avere una rosa più ampia, vista la riconferma al 97% della rosa passata. I giocatori faranno di tutto per coinvolgere e dare entusiasmo ai tifosi, ma dalle prime sensazioni, come la numerosa partecipazione di pubblico sia alla prima uscita sia alla festa presentazione e di inizio stagione, l'entusiasmo c'è già. “E’ stata una bellissima festa – esordisce il presidente Ivano Falzetti al suo secondo anno alla guida della rinnovata società – la città ha partecipato, la serata è stata bene organizzata dai due ragazzi che si occupano dell’immagine della società e che sono Mattia e Simone che ringrazio di cuore. Abbiamo creato una grande atmosfera di professionismo e dilettantismo”.

Quali sono presidente le novità a livello di iniziative per questa stagione, visto che lo scorso anno ne ha lanciate diverse ed è sempre pieno di idee?
“Per ora stiamo aspettando la possibilità di usufruire del Livio, Luzi, un bellissimo stadio e che è sicuramente uno dei migliori impianti non solo della regione, ma del centro Italia e giocarci per noi sarà una grande opportunità. Per le altre novità, dal 1° settembre inizia la campagna dei sostenitori, la cui tessera permetterà a loro di entrare allo stadio gratuitamente nel corso della stagione. Campagna che sarà libera ma che dovrà essere fatta entro il 30 settembre, prima dell’inizio del campionato e per questo daremo tutte le informazioni possibili. L’altro obiettivo è di aumentare il numero dei soci ed arrivare almeno a 50 per quest’anno, di questo e di diffondere il modello del Camerino Calcio se ne stanno occupando Mattia Moriconi e Fabio Cervelli e speriamo di coinvolgere sempre più soci, che è molto importante per migliorarci ogni giorno sotto tutti gli aspetti. Anche quest’anno poi non mancheranno giornate benefiche, feste ed incontri vari per migliorare l’immagine del Camerino Calcio”.

Passando all’aspetto tecnico della squadra, visto l’interesse e l’ottima sensazione alla prima uscita che idea si è fatto, visto il grande pubblico e la buona prestazione, risultato a parte?
“La squadra sta rispondendo molto bene e in questo momento bisogna dare il merito al ds Flaviano Onesini, che ha allestito un’ottima squadra. Già lo scorso anno la rosa era molto competitiva, quest’anno è stata migliorata e ampliata. Ad oggi abbiamo solo Clemenz che è in Argentina e tornerà il 30 agosto. Dalla prima amichevole hanno dimostrato tanta qualità, tecnica e il solito spirito di gruppo che è già un solido fondamento. I nuovi si sono integrati molto bene e si sono dimostrati all’altezza. Secondo me quest’anno abbiamo una grande squadra per sognare”.

Al Camerino il ruolo da favorita. Crede possa essere un problema per la squadra?
“Io sono ottimista di natura – conclude Falzetti – se gli altri del settore dicono che la squadra è competitiva può farmi solo piacere e significa che il primo passo è stato fatto bene da parte di chi ha formato la squadra. Mi hanno colpito le frasi dei due capitani durante la festa, con Salvetti che ha espresso un giudizio molto positivo sul gruppo e la squadra, quello del vice Cottini è stato più semplice e diretto "Venite allo stadio che vi faremo divertire". Noi vogliamo divertirci tanto, poi il risultato finale lo vedremo, quello spetta al campo. Però possiamo dire che abbiamo una squadra veramente tecnica in uno stadio bello ed insieme potrebbero riservarci un bello spettacolo”.








Questo è un articolo pubblicato il 28-08-2023 alle 17:27 sul giornale del 29 agosto 2023 - 1050 letture

In questo articolo si parla di sport, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/epmz





logoEV
logoEV
qrcode