Parte la Prima Categoria: Tiburzi, Ferranti, Carucci e Ortolani dicono la loro sul "girone di ferro"

8' di lettura 21/09/2023 - Finalmente ci siamo, in questo week-end scattano i campionati minori e quella tanto attesa prima categoria che nel girone C, quello di ferro per l’intera regione, è costituita per 1/3 da squadre dell’alto maceratese se consideriamo anche Caldarola e Settempeda oltre a Castelraimondo, Esanatoglia e Camerino, che daranno vita a tanti avvincenti e sentiti derby, dove è da evitare di sottovalutare l’avversario anche per il valore del proprio organico.

In un campionato dove tante squadre si sono rafforzate per puntare in alto, molti saranno anche gli scontri diretti o match-clou, con il calendario che non si è smentito ed ha riservato un mix di partite di cartello e derby fin da questa prima giornata e nei primi 5-6 turni in generale.

Nell’occhio del ciclone, ci sono per le rappresentanti del territorio dell’entroterra Camerino e Settempeda, che si sono rinforzate e non nascondono le loro ambizioni di lottare per il salto di categoria. Fra le due c’è una differenza sostanziale, il Camerino ha mantenuto per 8/11 l’ossatura della scorsa stagione, rinforzando l’attacco e la porta rispettivamente con Monserrat e Digifico, mentre la Settempeda ha cambiato molto e pescato giocatori vincenti nella passata stagione con l’Elpidiense Cascinare come il bomber Castellano, Eclizietta e altri.

Stesse ambizioni di primeggiare anche per altre squadre che partono con basi già collaudate come Vigor Montecosaro, Montemilone/Pollenza e Porto Recanati. Inoltre le insidie sono sempre dietro l’angolo, così come le sorprese, sia in positivo che in negativo. Tutte si sono rinforzate per centrare i rispettivi obiettivi. Nelle squadre dell’alto maceratese si parla quest’anno argentino, a Camerino (con Monserrat e Clemenz) e a Castelraimondo (con Rossi e Tesare), con la Folgore che dopo un campionato di alta classifica potrebbe essere anche un’outsider per la vittoria, mentre anche l’Esanatoglia, che ha ben figurato in Coppa, potrebbe togliersi più soddisfazioni rispetto al passato.

Fra le novità logistiche il Camerino quest’anno giocherà le gare interne nel rinnovato stadio universitario “Livio Luzi”, dove non ha mai giocato fino ad ora. Tutte le squadre giocheranno di sabato, tranne la Montemilone/Pollenza di domenica. Sulla prima giornata su come potrebbe evolversi la stagione in generale e dopo le prime 5 giornate che propongono scontri diretti fra le cosiddette “grandi”, abbiamo sentito il parere dei tecnici delle squadre del territorio.

Andrea Tiburzi (Camerino): “Sul nostro debutto a Caldarola, già che sia un derby ne fa una partita impegnativa, in quanto è molto sentito e andiamo su un campo difficile, contro una squadra che ho avuto modo di vedere in Coppa e mi è apparsa molto organizzata, quindi da prendere con le molle. Inoltre negli ultimi anni veniamo da due sconfitte su questo campo, per cui sarà una partita difficilissima. Dal canto nostro ci stiamo arrivando in crescendo e sicuramente ci vorrà una prestazione di alto livello per poter fare un risultato positivo. Riguardo alle prime giornate di campionato, credo che sia presto fare pronostici e valutazioni dopo i primi 5-6 turni. Bisogna ragionare di volta in volta. Per me ci sono tante squadre organizzate, almeno 6 o 7 che possono vincere il campionato o comunque arrivare nelle zone alte. Ogni domenica sarà una battaglia. Poi c’è da tenere conto delle sorprese, sia in positivo che in negativo, che ogni anno ci sono sempre”.

Massimo Ferranti (Settempeda): “Sicuramente, Settempeda e Camerino hanno allestito due ottime squadre, poi dire che abbiano qualcosa in più, sarà il campo a dare una risposta, come sempre, per cui dovranno dimostrarlo. Chiaramente, secondo me ci sono molte squadre che si sono rinforzate rispetto all’anno scorso, come la Vigor Montecosaro che aveva fatto un girone di ritorno straordinario e conoscendo la squadra, l’ambiente ed il tecnico punterà secondo me alle prime 4 posizioni, un’altra può essere il Castelraimondo, senza dimenticare Montemilone-Pollenza e Porto Recanati, che hanno inserito in organico giocatori di alto profilo, per cui è un campionato che secondo me a livello di qualità e di organici si è alzato di spessore. Chiaramente noi come Settempeda cercheremo di far bene, anche perché la squadra è costruita su elementi che hanno fatto benissimo l’anno scorso e dovremo cercare di lavorare soprattutto a livello di gruppo, perché abbiamo tanti nuovi. Però non è semplice ripartire con 14-15 giocatori nuovi su 22, per cui ci vorrà un po’ di tempo per noi e di sicuro sotto questo aspetto il calendario non ci ha dato una mano. Secondo me all’inizio chi ha mantenuto per la maggior parte l’organico passato (sui 8-9 /11) sarà probabilmente avvantaggiato e i risultati potrebbero essere più attendibili per queste squadre. Per noi un po’ meno, visto che la prima andremo a Passatempo, poi avremo Pollenza e Porto Recanati, quindi a Camerino. Un calendario che ci impone di aver raggiunto l’amalgama di gruppo che è necessario in ogni squadra. Noi cercheremo di fare il massimo e dimostrare il nostro potenziale. In un campionato come questo, oltre ai valori tecnici, secondo me contano molto gli altri aspetti, come il gruppo, la determinazione e l’aiutarci in campo. Nelle prime giornate si risente un po’ dai carichi di lavoro svolti in preparazione, per cui potrebbero esserci delle sorprese”.

Fabio Carucci (Folgore Castelraimondo): “Si riparte, ci siamo. Per me sarà la 7° stagione a Castelraimondo e ricominciamo con entusiasmo, come è accaduto anche in passato. Andremo ad affrontare un girone C che si è sempre contraddistinto come il più robusto e difficile dei 4 regionali e quest’anno mi sembra che lo sarà ancora di più. Stando a come sono state allestite le squadre, il livello sarà ancora più alto e sarà più difficile del campionato passato o addirittura degli ultimi anni. Ci sarà, pertanto, da alzare il livello di attenzione. Sono scesi tanti giocatori dalle categorie superiori, tanto per citarne uno quel Nicola Moretti passato al Porto Recanati e che io ho avuto a Matelica in serie D ed è un mio pupillo. Basti pensare che un giocatore del suo livello ora si ritrova in Prima Categoria. Perciò è uno dei tanti esempi che rafforzano il valore ed il potenziale del campionato. Il nostro obiettivo e mio personale è quello di poter dare spazio, visto che si sono allenati con noi durante la preparazione e hanno dimostrato grosse qualità, ai nati negli anni 2005 e 2006 durante il campionato. Sono loro il valore aggiunto della società e la politica della Folgore è sempre quella di guardare al bilancio ed alla crescita dei propri giovani. Poi se siamo bravi e capaci di fare un campionato come quello passato, dove siamo sempre stati fra i primi 5 posti, allora ci divertiremo ancora di più. La prima gara che andremo ad affrontare contro la Elite Tolentino, ormai la definisco una classica contro l’Elfa (anche se adesso sono insieme per la fusione) ed è la prima volta che li affrontiamo con questo nome nuovo, ma è la settima come Elfa. E’ subito una gara importante, che giochiamo contro una squadra rognosa, contro cui sono state sempre battaglie bellissime in passato, per cui siamo consci che andremo ad affrontare una squadra tosta, messa bene e che sarà una seria candidata per i posti play-off: sarà una gara da prendere con le molle e cercheremo di esordire nel miglior modo possibile”.

Angelo Ortolani (Esanatoglia): "I primi turni non possono dire molto su un campionato di 30 gare, per altro molto equilibrato. Per cui non penso che si delineano fin da subito le vere forze del campionato, ma le protagoniste potrebbero già far valere il proprio ruolo. Però è un girone che ci ha abituato sempre a tante sorprese. Alla prima giornata ci sono scontri comunque molto interessanti come Passatempese-Settempeda e Castelraimondo-Elite Tolentino, oltre al derby Caldarola-Camerino, poi c’è un inedito Pinturetta - San Claudio che mi sembra non ha avuto precedenti, almeno negli ultimi anni. Sarà un turno che darà grosse indicazioni sul futuro, come spesso accade. Anche dopo 5 o 6 turni sarà difficile capire quali saranno le vere forze, il cammino delle squadre e gli equilibri del campionato. Per quanto ci riguarda, stiamo preparando al meglio il match, perché andiamo ad affrontare una delle squadre più forti di questo girone come quella Vigor Montecosaro che ha fatto benissimo nel ritorno dello scorso campionato e vanta giocatori importanti, squadra che non ha cambiato molto e che merita un grande rispetto. Noi, nonostante qualche assenza avremo un 11 competitivo e siamo consapevoli del valore dell’avversario, ma in primis dobbiamo pensare all’Esanatoglia e basta con la concentrazione giusta e tutte le cose buone che abbiamo preso fino ad oggi”.

Questo il programma della prima giornata:
CALDAROLA - CAMERINO
PASSATEMPESE - SETTEMPEDA
F. CASTELRAIMONDO - ELITE TOLENTINO
VIGOR MONTECOSARO - ESANATOGLIA
MONTEMILONE/POLLENZA - PORTO RECANATI (dom 24/9)
CINGOLANA S.F. - URBISAGLIA
MONTECASSIANO - MONTECOSARO
PINTURETTA FALCOR - SAN CLAUDIO








Questo è un articolo pubblicato il 21-09-2023 alle 11:40 sul giornale del 22 settembre 2023 - 1744 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, castelraimondo, san severino marche, camerino, esanatoglia, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/esZN





logoEV
logoEV
qrcode