Il Camerino ritrova la prestazione, ma non la vittoria. Tiburzi: "Rammarico per il risultato, peccato per le decisioni arbitrali"

3' di lettura 21/11/2023 - Non mancano le recriminazioni e un pizzico di sfortuna nel Camerino dopo il secondo pari di fila in casa della Pinturetta Falcor di Porto Sant’Elpidio, che allontana ancora di più i biancorossi dalla vetta, guidata da quella Vigor Montecosaro che mostra maggiore autorità e sicurezza delle principali rivali, anche se Settempeda e Porto Recanati riescono a tenerla nel mirino.

Il secondo gol consecutivo e personale dell’argentino Luciano Monserrat (il primo su azione) aveva portato in vantaggio i suoi, raggiunti poi da un dubbio rigore trasformato da Conte. Gara difficile come nelle aspettative, ma dove il Camerino ha dato segnali di ripresa, non solo per la continuità trovata dal bomber argentino, ma soprattutto per la prestazione in generale, l’attenzione e la concentrazione messa in campo sin dall’inizio. Purtroppo a pesare sono i punti persi nelle ultime tre gare (una sconfitta e due pareggi), che allontanano sempre più il Camerino dal vertice e serve ritrovare in fretta successo e continuità nelle vittorie in una classifica ancora corta, ma dove la vetta è più lontana.

Mister Tiburzi, che partita è stata questa trasferta in casa della Falcor?
“Secondo me abbiamo fatto un buonissimo primo tempo – dice mister Tiburzi – e per me ci siamo trovati anche bene in quel campo, che è praticamente identico a quello su cui ci alleniamo. Dovevamo chiudere la prima frazione sul doppio vantaggio. Poi nella ripresa abbiamo iniziato ancora bene con una palla gol enorme che non abbiamo sfruttato. Poi l’arbitro, anche se preferisco di solito non parlare di loro, ha concesso un rigore a mio avviso inesistente. Dopo 20 minuti c’è stata una trattenuta in area clamorosa in area su Francucci che non è stata fischiata. Purtroppo questi episodi condizionano i risultati e a noi in questo o periodo ci stanno penalizzando. Ad un certo punto loro hanno preso in mano l’inerzia della partita, ma noi non abbiamo rischiato nulla ed abbiamo avuto alcune opportunità in ripartenza che non siamo stati bravi a concretizzare. Quindi c’è sicuramente parecchio rammarico per il risultato, ma la prestazione secondo me, per come stiamo adesso, c’è stata”.

Segnali dunque positivi, anche per le assenze condizionate di alcuni giocatori importanti dei suoi?
“Sì, indubbiamente, i ragazzi hanno risposto presente al momento di difficoltà. Abbiamo giocato anche in maniera leggermente diversa, ma tutti si sono sacrificati e adattati bene. Secondo me la squadra ha dato il massimo di quello che può dare in questo momento”.

Che differenza sta notando mister in questo avvio di stagione rispetto al passato, pesa forse troppo nel Camerino la responsabilità per le dichiarate ambizioni della vigilia, oppure a differenza dell’anno scorso le avversarie sono più attrezzate e non subiscono più il fattore sorpresa dei suoi e ottenere risultati pieni di seguito è più difficile?
“Personalmente non tengo conto di questi discorsi. Lo scorso anno sembrava che dovessimo retrocedere invece sapevo di avere un’ottima squadra. Quest’anno tutti parlano di cose che non esistono ed ero convinto che c’erano maggiori difficoltà. Mi piace essere molto concreto, immaginavo le difficoltà di questo campionato per mille ragioni e queste le stiamo trovando. Poi, se qualcuno si fa trovare spiazzato significa che non è molto preparato sulla Prima Categoria e su questo girone”.

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 18 - Il tecnico del Camerino Tiburzi e il suo secondo Foglia si sono dimessi dall'incarico (leggi).








Questo è un articolo pubblicato il 21-11-2023 alle 13:22 sul giornale del 22 novembre 2023 - 446 letture

In questo articolo si parla di sport, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eDni





logoEV
logoEV
qrcode