Alla festa dello sport del Coni arrivano 3 riconoscimenti per Camerino

4' di lettura 02/12/2023 - Ben tre i “Diplomi al merito sportivo” conferiti ad associazioni e atleti di Camerino per essersi distinti nelle varie sezioni (organizzative e agonistiche), in occasione dell’annuale Festa dello Sport, organizzata dal Coni Macerata con il patrocinio di Regione, Provincia e Comune di Macerata presso la Sala Sinodale della Domus San Giuliano, davanti ad una platea gremita di sportivi e appassionati.

I riconoscimenti assegnati a Camerino hanno riguardato il Cus Camerino ed il Comune per l’organizzazione di eventi ed il ciclista Giulio Pellizzari, “per l’impegno sempre profuso per la promozione dello sport anche attraverso l’organizzazione di eventi sportivi sia a livello nazionale che internazionale”.

Con cui il Coni regionale ha voluto premiare congiuntamente e con le stesse motivazioni per il Cus e la città di Camerino, rappresentata in prima persona dal sindaco Roberto Lucarelli. Per il Cus Camerino, oltre al presidente Stefano Belardinelli, erano presenti anche il segretario Roberto Cambriani (deus machina degli eventi e responsabile del settore volley), quindi il prof. Filippo Maggi (per Unicam). Due premi che vanno a braccetto in quanto il 2023 è stato un anno importante con due grandi manifestazioni organizzate nella città ducale come i CNU e gli studenteschi di volley nazionali che hanno impegnato a fondo Cus, ateneo e città, ottenendo i consensi di partecipanti e ospiti.

Le delegazioni di Cus e Città sono state premiate insieme sul palco dal presidente provinciale del Coni Luca Romagnoli, dopo che in sala era stato proiettato il video di introduzione che riguardava gli impianti e due eventi principali organizzati quest’anno. Stesso riconoscimento anche per quanto riguarda gli atleti, è andato al giovane ciclista camerte Giulio Pellizzari, che nel 2023 ha raggiunto la consacrazione agonistica mettendosi in luce in diverse gare nazionali e internazionali ed ora è atteso al definitivo e grande salto fra i protagonisti dal prossimo anno. “Le motivazioni riguardano l’organizzazione delle manifestazioni nazionali e internazionali - dice il presidente Stefano Belardinelli – quindi mi fa piacere anche per questo, che non è solo un discorso di medagliere e di risultati ottenuti a tutti i livelli, ma è un premio all’organizzazione, alla capacità dell’associazione sportiva Cus Camerino di interpretare questo nuovo ruolo dello sport, le qualità organizzative, la vicinanza allo sport, progetti per l’inclusione, nuove discipline sportive, quindi va inquadrato in un’ottica della missione anche di aggregazione sociale attraverso lo sport. I campionati Nazionali Universitari sono stati un importante evento tecnico sportivo, ma anche un evento importante per l’aggregazione dei ragazzi. Tra i maggiori complimenti che abbiamo ricevuto per i Cnu dagli altri Cus partecipanti, è stata infatti quella di aver creato quel clima e quelle occasioni di aggregazione di festa e di momenti di divertimento tra i ragazzi, che provenivano da tutt’Italia, cosa non semplice verificatasi nelle altre edizioni delle fasi finali, con gli studenti dispersi in più paesi”.

“Credo che questo premio del Coni – prosegue Belardinelli – sia una sintesi fra il fatto di saper organizzare eventi sportivi e fa stare insieme i protagonisti, Poi non nascondo che averlo ricevuto nell’anno 2023 dove noi siamo stati impegnati veramente, in quanto c’erano comunque tutti i lavori in corso per completare gli impianti, quindi eravamo impegnati anche nei nostri campionati. Abbiamo organizzato i CNU e a settembre siamo stati in grado di supportare anche le fasi finali degli studenteschi di pallavolo, che non era semplice. Noi non eravamo gli organizzatori principali, ma di fatto anche tramite la sezione di Pallavolo e Roberto Cambriani lo siamo stati, soprattutto a livello logistico e di strutture, considerato che si giocava su tre palazzetti a Camerino. Per cui credo che questo premio sia perfettamente disegnato per quanto abbiamo profuso in questo anno”.

Se possiamo guardare avanti, è un premio che da stimoli per continuare grandi eventi anche in passato viste le strutture di livello che ha la città? “Sicuramente è un premio di buon auspicio per quello che il Cus Camerino e l’Università continuerà a fare. Il prossimo appuntamento, salvo imprevisti, è quello con i campionati Europei di Calcio Universitari del 2025, ma che noi dobbiamo iniziare a preparare dal 2024, perché c’è bisogno di allestire una squadra di calcio a 11 universitaria e che rappresenterà l’Italia a questi europei. Quindi è un progetto che inizierà già da ora per concludersi con un grande evento internazionale come la fase finale del 2025. Poi, non nascondo che, avendo anche questa nuove strutture per il tennis e il paddle, ci incentiva a guardare oltre, perché vediamo che lo sport italiano in alcune discipline sta crescendo, come vediamo nel tennis e vorremo stare al passo con i tempi sotto tutti gli aspetti ed in tutte le discipline”.








Questo è un articolo pubblicato il 02-12-2023 alle 18:24 sul giornale del 04 dicembre 2023 - 734 letture

In questo articolo si parla di sport, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eFsr





logoEV
logoEV
qrcode