Il moto club Camerino incontra il campione Cairoli e lo invita alla Sei Giorni

4' di lettura 31/03/2024 - Ci sono anche il libro sui 70 anni di storia del Moto Club Camerino di Alberto Pistilli ed un gagliardetto del Rotary Club della città ducale, tra gli omaggi pasquali ricevuti dal 9 volte campione del mondo di motocross Tony Cairoli, ospite dell’evento dell’anno a Tortoreto Lido (Teramo), tenutosi nell’attività commerciale concessionaria ufficiale del caschi Airoh, gestita dalla signora Tamara Schiavi e il figlio Demiro Branciaroli.

Al bagno di folla con centinaia di fans e ospiti, il campionissimo siciliano ora pilota e collaudatore della Ducati Desmo 450 di motocross Tony Cairoli ha trovato ad accoglierlo anche i rappresentanti del Moto Club e del Rotary Camerino, invitati all’evento dalla signora Tamara e dal signor Silviano Scardecchia del Rotary Club di Teramo, sempre attenti agli eventi motoristici di Abruzzo e Marche.

Sono stati proprio i delegati camerti, Nazzareno Micucci per il Rotary Club e l’avv. Corrado Remigi per il Moto Club ad aprire l’incontro col campione, consegnandogli gli omaggi ed invitando lo stesso campione, ma anche i tanti amici abruzzesi all’evento motoristico dell’anno come la gara di regolarità d’epoca come la “Six Day Trophy Vintage” a Camerino del settembre prossimo. “Antonio Cairoli è stato molto contento sia del dei due volumi sella storia del Moto Club Camerino che del gagliardetto del nostro Rotary Club – dice il rappresentante del sodalizio sportivo camerte Corrado Remigi – ed una cosa che ho notato mentre parlavamo della Sei giorni di Camerino (sia quella che c’è stata nel 1974, che della prossima rievocazione), molta gente annuiva e conosceva i due eventi, soprattutto quelli di una certa età, a conferma che gli appassionati di motori sia in Italia che all’estero hanno bei ricordi degli eventi che si svolgono da noi. Questo ci ha fatto molto piacere, perché per noi è stata una grande vetrina per promuovere la prossima e storica sei giorni. Il fatto stesso che siamo stati invitati all’evento è stato importantissimo per noi”.

Non a caso Marche e Abruzzo sono non solo confinanti, ma molto partecipi all’attività del Motorsport e fra il pubblico, tanto per citare un abruzzese doc, restando in tema di cross, c’era quell’Attilio Pignotti (pilota di Alba Adriatica) passato dal cross alla Supermotard dov’è stato il pilota italiano che è andato più vicino al titolo mondiale giungendo secondo nel 2007 a soli 5 punti dal belga Gerald Ddelepine ed ora consigliere federale della FIM, dove è stato anche responsabile della nazionale di Supemotard. Per Cairoli le Marche con i suoi templi del cross e le mitiche gare Mondiali (a cui ha partecipato negli ultimi anni) e della Mille Dollari prima, non sono certo sconosciute, così come la stessa Camerino, anche se non per eventi di cross, ma per l’enduro, la Sei Giorni e, purtroppo, per le ultime vicende legate al sisma.

All’invito di essere ospite a Camerino il pluricampione del mondo si è detto onorato, ma molto dipenderà dai suoi impegni agonistici condivisi con la Ducati. Se quest’incontro tra il Moto Club ed il Rotary Camerino con il campione siciliano è stato possibile, il merito è della signor a Tamara Schiavi e del signor Silviano Scardecchia del Rotary teramano e che la sostiene nelle sue iniziative di un certo livello, come questo evento con Cairoli ospite. “Il negozio era strapieno – dice soddisfatta la titolare del negozio di accessori Star Moto Tamara Schiavi – con molti giornalisti, la vice sindaco di Tortoreto Arianna Del Sordo (che ha sostituito all’ultimo momento il sindaco Piccioni, fermato da un imprevisto) e soprattutto lui, il campionissimo Tony Cairoli, che non è facile averlo. E’ stato un grandissimo evento e per organizzarlo ci ho messo 3 anni, perché avere Cairoli ospite non è facile, lui è dal 2006 che non va più in un negozio, presenzia solo alle grandi fiere di settore. Io vendo i caschi Airoh, che Cairoli indossa da diversi anni e per questo siamo riusciti ad averlo con noi. Visto che si trattava di un evento più unico che raro ho invitato io direttamente i vari moto club, di Abruzzo e Marche, in quanto ho pensato che fosse cosa gradita e la tanta gente che è venuta ne è stata la conferma. Sono strafelice del successo e dell’interesse che c’è stato e voglio ringraziare il signor Silviano Scardecchia che mi ha aiutato nell’organizzazione”.

C’è la possibilità che la sua attività rientri tra i partner con il M.C. Camerino per la gara internazionale della Sei Giorni Vintage di Regolarità di settembre? “Questo progetto al momento è in stand-by – aggiunge la signora Tamara – però vediamo, considerato che c’è ancora un po’ di tempo per organizzarci. Io collaboro con vari moto club per cui vediamo se si farà qualcosa anche per questa gara, che è un grande evento”.








Questo è un articolo pubblicato il 31-03-2024 alle 13:48 sul giornale del 02 aprile 2024 - 1104 letture

In questo articolo si parla di sport, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eWyu





logoEV
logoEV
qrcode