Cicconi si ricandida per la sua Pioraco: "Non ho mai pensato di lasciare nulla in sospeso"

3' di lettura 15/04/2024 - Nel paese della carta è iniziata la corsa elettorale per le comunali e l’attuale primo cittadino Matteo Cicconi ha annunciato personalmente la propria ricandidatura per un secondo mandato. Si voterà per le comunali dall’8 al 9 giugno prossimo. La chiusura per la presentazione delle liste è prevista per l’8 maggio, ma un primo candidato già c’è, ed è il sindaco in carica Matteo Cicconi.

“E’ stata una scelta presa in sinergia e sollecitato anche da tutta l’amministrazione – dice Cicconi –. Per quanto mi riguarda è una decisione anche molto ragionata, pensata perché prima di tutto è una scelta di vita, ma è prevalso il senso di responsabilità, in quanto, nonostante la mia giovane età, non ho mai pensato di lasciare nulla in sospeso e di incompleto. Per cui ha prevalso il senso civico, nonostante cinque anni molto difficili, dal post sisma all’emergenza Covid (che ha lasciato un segno umano e tangibile su tutti noi) e ovviamente i grandi problemi nazionali e internazionali che si riversano anche sulle nostre comunità, a cominciare dalle guerre in atto che hanno portato significativi risvolti sul piano finanziario”.

Per i prossimi 5 anni quali sono i problemi da affrontare per Pioraco?
“Anche un paese così piccolo come Pioraco si troverà ad affrontare problemi enormi, soprattutto per quanto riguarda la ricostruzione post-sisma, a cominciare dal quartiere Madonnetta, dove ovviamente, nonostante il Psr impostato le difficoltà saranno tantissime da espletare. Questo, quindi, è un po’ il punto più problematico, ma insieme a questo c’è da portare a termine tanti cantieri, tante opere che attendono di essere approvate. La situazione economica e finanziaria non ci aiuta. Questo ha pesato anche sulla mia decisione di ricandidarmi”.

Il bilancio di questi suoi primi anni e della sua amministrazione come lo giudica?
“Le cose fatte sono infinite e sono sotto gli occhi di tutti. Sono state fatte tante cose belle e importanti, ma probabilmente sono stati commessi anche degli errori perché le decisioni sono state a volte dettate anche dal momento, ai tempi ristretti, dettati dal Pnnr, hanno comportato accelerazioni anche decisionali che a memoria d’uomo non sono state mai fatte. Al di là di questo, spero di essere in qualche modo giudicato, valutato e, se vogliamo, anche ricordato per aver sia personalmente, ma con tutta la squadra ed in particolare al vice sindaco Luca Gagliardi, che ha veramente dedicato anima e tempo all’amministrazione in questi cinque anni credo di aver fatto tutto con passione, come tutti gli altri, ma anche con amore per il proprio territorio, per lasciare cose ben fatte. Mi auguro che soprattutto sia emerso quel lato umano dell’intera amministrazione, che in qualche modo è la cosa che lascia l’impronta più importante su tutto ed in primis sui cittadini, anche laddove le situazioni non lo hanno permesso".

Per quanto riguarda la squadra, è già pronta ed eventualmente sarà riconfermata totalmente quella passata o ci saranno cambiamenti?
“Ovviamente sarà in continuità con quella uscente della lista civica Prolaqueum, che ha raccolto la disponibilità sostanziale degli altri a rimettersi in gioco ed affrontare questa nuova sfida che ci attende. Qualche novità potrebbe esserci. Quindi guardiamo adesso con positività al futuro. C’è da rimboccarsi le maniche, perché di carne al fuoco ce n’è veramente tanta”.






Questo è un articolo pubblicato il 15-04-2024 alle 12:48 sul giornale del 16 aprile 2024 - 184 letture

In questo articolo si parla di politica, pioraco, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eYFq





qrcode