Il Camerino vince a Tolentino, Cervelli: "Grande sacrificio, sono orgoglioso dei miei ragazzi"

3' di lettura 15/04/2024 - Preziosa ed importantissima vittoria verso la tranquillità assoluta per il Camerino, che passa di misura a Tolentino contro l’Elite dell’ex Montecchia e si appresta ora a conquistare la certezza matematica in casa, dove giocherà le due prossime gare consecutive, prima della trasferta a Monte Milone. Camerino in crescendo, che ha confermato il buon momento ed ora con un calendario favorevole, può aspirare a migliorare considerevolmente la propria posizione in classifica.

Il successo al “Ciarapica” (firmato al 18’ del primo tempo dal gol numero 10 di un Duca sempre più decisivo e leader dei marcatori di squadra, ben servito da un assist di un Monserrat trasformatosi in questo finale anche in assist man, al termine di una triangolazione in profondità), accresce sempre più l’autostima di una squadra che ha ritrovato la convinzione nei propri mezzi, dopo aver risentito troppo durante la stagione della carenza di continuità nei risultati ed anche di troppi cambiamenti in corso.

“Non posso essere che soddisfatto per la prova che hanno fatto i ragazzi – ha detto a fine gara mister Christian Cervelli - perché venire qui e non subire nemmeno un tiro in porta non era cosa facile. I ragazzi hanno fatto una grossa prestazione, hanno lottato su ogni seconda palla com’era stata preparata alla partita in settimana. Si sono sacrificati a centrocampo, in attacco. Non posso essere che orgoglioso, perché oggi hanno dato una grossa risposta per loro stessi ma anche per il pubblico e per la maglia che indossano. Per cui sono veramente orgoglioso di loro”.

A spiazzare forse l’avversario è stato anche il fatto che il Camerino ha cambiato ancora pelle, riproponendosi con un 4-3-3 ed a trazione anteriore, segnale quest’ultimo di coraggio e decisione a far suo il match fin dall’inizio. Sintomo di autorità della squadra biancorossa, in una sfida alla vigilia per nulla facile e contro un avversario che viaggiava sulla stessa lunghezza d’onda era comunque alla ricerca di punti importanti per la propria classifica.

Grazie ai tre preziosissimi punti, il Camerino non solo ha messo in sicurezza (termine abituale in una città in ricostruzione post-sisma) la propria permanenza in categoria, ma ha scavalcato in classifica la stessa Elite Tolentino, posizionando in 8° posizione in coabitazione con la Folgore Castelraimondo e con il Porto Recanati ora nel mirino, distante appena due lunghezze. Ora la certezza matematica potrebbe già arrivare dal prossimo e primo dei due match casalinghi al Livio Luzi sabato prossimo con il fanalino di coda Esanatoglia, che potrebbe essere condannata definitivamente alla retrocessione proprio in questa sfida.

Camerino che comunque non sottovaluterà nessuno, anche perché nei prossimi incontri avrà a che fare con squadre in corsa per la salvezza o play-out, per cui non bisognerà abbassare la guardia, cosa che non è nello stile del proprio tecnico e dei suoi ragazzi, che hanno l’obbligo di chiudere il campionato in crescendo e nel miglior modo possibile.








Questo è un articolo pubblicato il 15-04-2024 alle 12:53 sul giornale del 16 aprile 2024 - 176 letture

In questo articolo si parla di sport, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eYFw





qrcode