A Camerino la presentazione della mostra sulla storia della Nazionale di calcio

3' di lettura 17/04/2024 - Sarà presentata presso il centro sociale della ADA a Camerino in località Vallicelle venerdì prossimo la mostra itinerante “Raccontami com’era il Calcio” (sulla storia della Nazionale Italiana di Calcio dal 1890 ad oggi), che farà a tappa a P.S. Elpidio dal 22 aprile al 1 maggio prossimi presso l’ex cineteatro “Beniamino Gigli”, dove saranno esposti cimeli della nazionale di calcio.

L’iniziativa denominata “Raccontami com’era il calcio”, promossa dall’Associazione per i Diritti degli Anziani - ADA Marche, fa parte di un progetto culturale, dedicato alla valorizzazione della memoria storica del calcio e allo scambio intergenerazionale, che intende utilizzare lo sport più amato in Italia per unire e far dialogare le diverse generazioni: nonni, padri, figli e nipoti potranno unirsi nel racconto della storia calcio.

L’incontro di presentazione Camerino, dove l’ADA ha aperto nel luglio del 2017 la nuova struttura adibita a centro sociale in via Baudana Vaccolini, è frutto di un gesto di coinvolgimento e sensibilità verso le popolazioni colpite dal Sisma, con l’intento di promuovere l’evento anche nell’entroterra. Interverranno alla presentazione di venerdì a Camerino anche gli attaccanti Massimo Palanca (Nazionale A e Nazionale Militare insieme a compianto Paolo Rossi) e Claudio Pellegrini (Nazionale Under 21 e la Sperimentale o B), che hanno vestito le maglie delle varie Nazionali ed ora residente da anni in zona. Saranno loro a raccontare alcuni aneddoti legati alle esperienze vissute in meglio azzurra alle gare a cui hanno preso parte e le emozioni che si provano a vestire “l’ Azzurro”.

Non solo i due ex calciatori (e tecnici), comunque da sempre impegnati anche nel calcio e nei settori giovanili nel dopo carriera fino ad oggi, sono tra gli invitati all’evento di venerdì a Camerino, ma ci saranno anche i giovani calciatori della scuola calcio della 2CC, dirigenti e tecnici delle varie società dell’alto maceratese ed anche i sindaci dei comuni colpiti dal sisma del 2016. Il progetto storico-culturale, realizzato in collaborazione con “Un Secolo d’Azzurro” - l’esposizione di cimeli della Nazionale Italiana di calcio patrocinata dalla FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio), dall’AIC (Associazione Italiana Calciatori), dall’AIAC (Associazione Italiana Allenatori Calcio) e dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) - e promosso dall'Associazione Sant’Anna e da Gm Sport, permette inoltre di far conoscere al pubblico il materiale cartaceo, i documenti ufficiali, le magliette, i palloni, gli scarponcini e tutti i gadget e memorabilia. In mostra i cimeli più belli di tanti campioni, da Meazza, Boniperti, Rivera, Paolo Rossi, Totti, Baggio, Maldini, Buffon, De Rossi fino ad arrivare a Donnarumma, Verratti, Chiellini e Pellegrini, ma questi sono solo alcuni di quelli rappresentati.

Per la prima volta, nella Mostra di Sant'Elpidio saranno presenti, inoltre, le ultimissime maglie indossate e autografate da Mateo Retegui (in Italia-Venezuela) e Lorenzo Pellegrini (in Italia-Ecuador) nella vittoriosa tournée negli Stati Uniti e le casacche storiche di Roberto Bettega (1978) e Dino Zoff (1982) appartenenti alla collezione privata di Nazzareno Romagnoli. Quella di Porto Sant’Elpidio è la terza tappa di un tour che è iniziato a novembre 2023 a Napoli dal complesso monumentale del Maschio Angioino e proseguito a febbraio a Genova presso il Galata (il più grande Museo del mare del Mediterraneo). L’ingresso alla mostra è gratuito.








Questo è un articolo pubblicato il 17-04-2024 alle 16:16 sul giornale del 18 aprile 2024 - 680 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eY5K





qrcode