Saranno Andrea Spaterna e Ilaria Moretti i Signori Da Varano: svelata la nuova edizione della Corsa alla Spada

5' di lettura 20/04/2024 - Il tema della 43° edizione della rievocazione è la “natura ed il territorio”, per questo la scelta dell’associazione Corsa alla Spada e Palio su chi impersonerà i Duchi da Varano è caduta sul presidente dell’Ente Parco dei Sibillini, nonché pro-rettore e docente Unicam Andrea Spaterna e la sua consorte Ilaria Moretti (insegnante).

Così la presidente dell’associazione Donatella Pazzelli ha annunciato la novità più attesa da tutti i presenti e non solo, alla presentazione del programma di questa edizione che si è tenuta in comune alla presenza delle principali autorità come il Sindaco Roberto Lucarelli, il rettore di Unicam Graziano Leoni, il vice pres. del consiglio regionale Gianluca Pasqui, il parroco di San Venanzio don Marco Gentilucci, i tre capi terziere Marco Gagliardi (di Mezzo), Paolo Paternesi (Sossanta) e Stefano Re (nuovo per Muralto), oltre ai vari collaboratori direttamente interessati e davanti ad una platea gremita presso la sala consiliare del comune. Presentazione trasmessa per la prima volta anche in diretta streaming, attraverso il sito delle rievocazione, dove si potranno trovare tutte le informazioni e gli appuntamenti sull’edizione di quest’anno e immagini di quelle passate.

Con Spaterna, che si è auto-definito meticcio per le sue origini metà umbre da parte di padre e metà marchigiane per la mamma, ma residente a Perugia e da molti anni ormai docente all'Università di Camerino, si continua anche su quel filone umbro-marchigiano aperto lo scorso anno con dott. Pasotti (di Montefalco) e signora. Quindi altre collaborazioni tra la rievocazione camerte e la vicina Umbria sono già in atto da tempo durante l’arco dell’anno e altre ce ne saranno all’interno dell’edizione di quest’anno, a dimostrazione che fra le due regioni, molto legate da queste tradizioni medio-rinascimentali si è instaurato un legame concreto e di condivisione.

L’altra novità di assoluto livello e che potrebbe avere un prosieguo per il futuro, come lo è stato per tanti anni il costume precedente, riguarda l’abito della Duchessa che sarà indossato da Ilaria Moretti e che è stato ispirato da un dipinto di Giovanni Boccati, raffigurante la “Madonna dell’Orchestra” e datato 1448, che è stato realizzato completamente a mano da Patrizia Menghi in collaborazione con Fiorella Paino e sarà impreziosito dai gioielli firmati da Adriano Crocenzi e Caraffa. Abito la cui immagine è stata selezionata per realizzare la copertina del libretto guida di questa edizione, che torna con tutti i contenuti utili per il pubblico in formato tradizionale.

Tra i gruppi ospiti al corteo che anticiperà la competizione di quest’anno per la conquista di spada e palio e che è fissata per domenica 26 maggio, ci saranno infatti anche gli sbandieratori di Foligno, la Compagnia Grifoncello di Perugia, ma ci sono anche altre città e regioni che sfileranno con le proprie rappresentanze, come i Difensori della Rocca di Imola (Bologna), un gruppo del Palio di San Giovanni di Fabriano e gli arcieri del Borro di Figline Valdarno (Firenze) mentre all’interno del programma dell’intera rievocazione si esibiranno anche gli sbandieratori e i tamburini della contrada Pila di Fermo (in occasione del palio di Sant’Ansovino il 19 maggio).Per la musica, si esibirà invece il 20 maggio al Monastero di Santa Chiara il gruppo belga di Anversa “Kamerkoof de BeKooring, diretto dal m° Germompré.

Le altre novità principali dell’edizione di quest’anno riguardano la spada che andrà al vincitore della corsa individuale che succederà nell’albo d’oro a Marco Ricci (Muralto) e che è stata offerta dal pastificio artigianale di Muccia “Pasta fresca da Luciana” e forgiata dal figlio d’arte del ferro Angelo Reversi di Muccia, che sarà presentata insieme agli atleti dei tre terzieri il 17 maggio, giorno della vigilia del Santo Patrono e corteo notturno dell’Offerta dei Ceri.

Non meno rilevante l’altra variante al programma del grande giorno finale, con la premiazione dei vincitori di spada e palio che da quest’anno tornerà all’interno della Rocca dei Borgia, altro monumento simbolo della città e delle rievocazione. Un’altra novità per la guida all’edizione 43 è il ritorno in sede della Taverna del Terziere di Muralto nelle scuderie del Palazzo ex Istituto Magistrale in piazza Santa Maria in Via che ospita da qualche mese il rettorato di Unicam, mentre gli altri due terzieri, ospiteranno i propri avventori ancora nella zona dell’ex Sottocorte Village lungo via Madonna delle Carceri, poi man mano che in cantieri si libereranno torneranno anche loro nei luoghi d’origine.

Quali emozioni riuscirà a trasmettere l’edizione di quest’anno, che si sta riappropriando sempre più del centro storico malgrado le ferite con diverse iniziative? “Io spero grandi emozioni – dice la presidente dell’associazione Donatella Pazzelli – e non ne ho di dubbi, perché la corsa alla spada è l’iniziativa più aggregante della città e trasmette da 43 anni emozioni forti, collaborazioni importanti e soprattutto la partecipazione corale di un territorio che si ritrova per la sua rievocazione storica. Sono vicino ad un abito splendido. Un orgoglio della rievocazione perché è un abito Made in Camerino, in questo costume ci sono le eccellenze di questo territorio, c’è la maestria di Patrizia Menghi che lo ha realizzato centimetro per centimetro e punto per punto, che verrà indossato per la prima volta dalla signora Ilaria Moretti, che insieme a suo marito Andrea Spaterna si caleranno nei personaggi dei Signori da Varano. Cerchiamo di tornare alla normalità e di goderci queste feste come se tutto fosse a posto. La corsa alla spada può ricostruire la comunità, agli altri sono demandati i compiti della ricostruzione vera”.

Con la città che inizia già a tingersi con i colori accesi dei tre terzieri il via al cartellone degli eventi è previsto per il 15 maggio con la cena dei Mille, in centro storico alle ore 20, la conclusione invece per domenica 26 maggio. Il corteo dell’offerta dei ceri si terrà il 17 maggio, la vigilia della festa del santo patrono Venanzio del 18 maggio sarà dedicata principalmente alle celebrazioni solenni. Tutto il resto del ricco programma di eventi e iniziativa è contenuto nel corposo libretto e sul sito della rievocazione.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.
Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente al giornale desiderato nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "Notizie on".
Per Telegram cliccare il canale desiderato e iscriversi.

Giornale Whatsapp Telegram
Vivere Camerino 340.8701339 @VivereCamerino
Vivere Fabriano 376.0081705 @VivereFabriano
Vivere Macerata 328.6037088 @VivereMacerata







Questo è un articolo pubblicato il 20-04-2024 alle 13:08 sul giornale del 22 aprile 2024 - 878 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, corsa alla spada, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eZA4





logoEV
logoEV
qrcode