Rubano da una casa inagibile a Ussita: beccati dai carabinieri e arrestati

1' di lettura 10/05/2024 - I carabinieri delle Stazioni di Ussita, Serravalle di Chienti e Valfornace nel corso di specifici controlli svolti nelle aree interessate dalla ricostruzione hanno arrestato un macedone di cinquantaquattro anni ed un albanese di trentasette anni.

I due, impegnati in demolizioni nel centro storico terremotato di Ussita, si erano introdotti in una palazzina poco distante dal loro cantiere ed avevano rubato cavi elettrici di rame e un antico lampadario di valore.

Il proprietario della casa, insospettito da strani movimenti, aveva allertato il 112 e si era portato presso l’abitazione inagibile per verificare che non vi fossero anomalie. Una volta sul posto aveva trovato i malviventi all’interno che si erano dati alla fuga calandosi da una finestra. Tuttavia i carabinieri, già presenti sul luogo, sono riusciti a bloccare i due e dopo aver perquisito l’autovettura a loro in uso hanno recuperato l’intera refurtiva restituendola al legittimo titolare.

Per entrambi, tratti in arresto, venivano disposti i domiciliari in attesa del processo per direttissima presso la Procura della Repubblica di Macerata previsto per domattina.






Questo è un articolo pubblicato il 10-05-2024 alle 21:52 sul giornale del 11 maggio 2024 - 1222 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ussita, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/e3Cs





logoEV
logoEV
qrcode