Grande spettacolo per il Palio di Sant'Ansovino dedicato agli arcieri (foto)

2' di lettura 21/05/2024 - Il primo trofeo della 34° edizione della rievocazione storica della Corsa alla spada e Palio è stato già disputato domenica scorsa ed è stato quello degli Arcieri, in una giornata che è stata dedicata interamente al tiro con l’arco, tra gare e manifestazioni collaterali.

Il premio, vale a dire il Palio di Sant’Ansovino, a cui la gara è dedicata, sarà consegnato solo domenica prossima 26 maggio, in occasione del gran finale, quando verranno annunciati anche i vincitori, chi si è aggiudicato la daga (ovvero il Capitano di Compagnia per la gara individuale) e chi il Palio per il terziere che ha trionfato.

La cerimonia avverrà sullo stesso Palco della Rocca dei Borgia, dove saranno celebrati i vincitori della corsa di quest’anno. Protagonisti principali del palio di Sant’Ansovino sono stati i componenti del gruppo degli Arcieri De Varano. A causa delle condizioni meteo avverse, la gara di domenica scorsa ha avuto luogo nei locali Contram in Via Le Mosse, anziché tra le mura della Rocca Borgesca, come avveniva di consuetudine, ma, nonostante ciò, la competizione non ha tradito le attese e non è mancata nemmeno la tifoseria da parte dei tre terzieri.

La lunga domenica del tiro con l’arco è iniziata in mattinata, quando si è disputato il Palio degli Studenti, che ha visto come vincitrice la studentessa di Unicam Matilde Del Testa. Per lei si è trattato del terzo successo consecutivo. Contemporaneamente si sono svolte le qualifiche per l’accesso alla combattutissima fase finale del Palio di Sant’Ansovino, alla quale hanno conquistato l’accesso i 4 migliori arcieri per ogni terziere.

Al termine della finale interna fra terzieri, si sono aggiudicati la vittoria per il tiolo di Capitani di terziere: Alberto Severini, per il terziere di Sossanta, quindi Riccardo Remigi per il terziere Di Mezzo e Ginevra Bucci per il terziere di Muralto.

Da sottolineare che quest'anno il premio all'arciere che ha ottenuto più punti al Palio di Sant' Ansovino è una nuova daga realizzata a quattro mani. Si tratta di una spada corta e robusta, che è stata fedelmente tratta dal Polittico Minore di San Domenico della Città di Ascoli, un'opera di Carlo Crivelli datata 1476. Il manico è in legno di ornello locale ed è stato scolpito al tornio e rifinito a mano da Andrea Liberati, un ragazzo di Camerino con la passione per la lavorazione del legno. La lama invece è stata forgiata in acciaio C-70, tipico acciaio da coltelleria, da Nicola Porzi, un artigiano e rievocatore umbro di Bevagna (Pg), che ha anche curato i dettagli in ottone lucido e le finiture dell'impugnatura. Gli Arcieri De Varano ringraziano l'Avis Camerino per aver offerto questo prezioso premio.








Questo è un articolo pubblicato il 21-05-2024 alle 18:13 sul giornale del 22 maggio 2024 - 436 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, angelo ubaldi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/e5eO





logoEV
logoEV
qrcode